Mutui: flessione negativa sulla richiesta, il vantaggio passa ai giovani: fino all’80%

L’aumento dell’inflazione e dell’attenzione alla congiuntura negativa che si profila, ha creato una flessione negativa sulla richiesta di mutui.

Agosto è stato un mese significativo per il mercato dei mutui, che registrano una flessione del 23,26%. È il dato che emerge dall’ultimo Rapporto sul Credito Italiano di Experian.

Mutuo
Canvas.com

Il rallentamento non è solo giustificato dalla tradizionale contrazione stagionale, ma anche dalla diminuzione delle surroghe e dalle condizioni economiche che rendono più titubanti i consumatori nel vincolarsi ora con un mutuo.

Secondo il rapporto, quasi la metà delle richieste di nuovi mutui arriva da Millenials e Generazione Z. Il segnale positivo è che le più giovani generazioni rappresentano quasi la metà dei richiedenti globali dei prestiti finalizzati all’acquisto di una casa. Sarà interessante in questo osservare le variazioni significative dei prossimi mesi.

Decreto Sostegni bis; lo Stato garante per i mutui fino all’80% dell’importo

L’aumento dei mutui da parte degli under 36 si spiega con le novità introdotte dal Decreto Sostegni bis, che ha dato il via libera all’accesso prioritario al Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa. Nel dettaglio la normativa ha voluto avvantaggiare coloro che con un Isee inferiore a 40 mila euro volessero stipulare un mutuo fino al 31 dicembre 2022.

Lo Stato si impegna quindi già dal 24 giugno 2021 a estendere la garanzia sui mutui per i giovani che fossero in impossibilitati ad apportare il 20% dell’importo relativo all’acquisto dell’immobile. Questi ora potranno disporre di maggiori possibilità di accesso al credito, consentendo l’acquisto della casa con il minimo apporto di denaro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Le misure introdotte dal Decreto Sostegni bis a favore degli under 36 hanno aumentato le richieste dei mutui per questa fascia di età dal 33,9% al 45,6% di maggio 2022. Un aumento del 37,5% che può dare alle nuove generazioni una base di sicurezza economica anche a un tasso agevolato nel tempo; Il tasso medio fisso per un mutuo a maggio per gli under 36 è infatti del 2%, contro il 2,43% degli over 36.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *