Banca, clienti in rivolta contro i folli addebiti: nessuno risponde

Quello che è successo ai clienti ING negli ultimi tempi ha davvero dell’incredibile. Situazioni al limite del grottesco, I dettagli.

Clienti banca
Clienti banca (Adobe)

Negli ultimi mesi non c’è pace per i clienti della banca Ing. La situazione già delicata a causa delle chiusure generalizzate di numerose filiali della banca sul territorio italiano, con i clienti costretti ad effettuare operazioni sempre a pagamento presso altre filiali. Una situazione molto particolare che ha lasciato a bocca aperta molti clienti e costretto un numero elevato di correntisti ad abbandonare la banca per un nuova situazione, sicuramente più accondiscendente verso certe esigenze dei clienti.

In questo caso, invece, i clienti Ing si sono visti letteralmente travolti dalle notifiche del servizio Alert. Tramite mail, insomma, i correntisti hanno visto piogge di notifiche nelle quali venivano informati di costi e quant’altro. Ovviamente il tutto era causato da un enorme falla nel sistema, in seguito ad un attacco hacker. Clienti che si sono ritrovati addebiti a sei zeri o conti corrente pesantemente in rosso, cosi all’improvviso. Ovviamente i conti correnti di queste persone risultavano bloccati e quindi non utilizzabili.

Banca Ing, conti correnti bloccati: correntisti messi nelle condizioni di non poter fare la spesa

ING chat clienti
ING chat clienti

Numerosi correntisti del noto istituto di credito si sono ritrovati praticamente con il conto corrente bloccato nel momento in cui si trovavano al supermercato a fare la spesa. Ovviamente il disagio è stato forte per chi è abituato a pagare ogni cosa con il bancomat. Gli addebiti a sei zeri e più che hanno coinvolto i clienti della banca hanno chiaramente portato all’inutilizzo del conto stesso con relativa situazione di disagio generalizzata. Le proteste dei clienti stessi sono state forti e decise sui vari canali.

LEGGI ANCHE >>> Postepay, nuovo terribile attacco alla carta più usata in Italia: ci svuotano tutto

Le proteste dei correntisti, come anticipato hanno letteralmente inondato le pagine social e non solo di banca Ing. Le risposte da parte dell’istituto non sono però arrivate, o comunque non nel modo desiderato dai clienti stessi. L’attacco hacker al quale la banca faceva riferimento doveva essere ufficializzato molto prima per evitare sgradevoli situazioni. In molti non hanno potuto fare la spesa, come detto e si sono trovati letteralmente bloccati a causa della mancata comunicazione, in tempi opportuni della propria banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *