Bitcoin soffre delle aspettative negative sulla crescita Usa: il prezzo è in bilico a una soglia decisiva

Il Bitcoin ha rotto a ribasso quota 20.000 per poi tornare poco sopra nella giornata odierna. Una soglia psicologica decisiva che può accelerarne pericolosamente la tendenza negativa.

I mercati sopportano e scontano quanto accaduto a Jackson Hole rispetto alle dichiarazioni della presente e futura politica monetaria della Federal Reserve.

Criptovalute fare trading senza pagare le commissioni

La banca centrale Usa ha deciso che ripristinare la stabilità dei prezzi è più importante delle condizioni del mercato del lavoro e della crescita economica sul breve termine.

Fino a quando l’inflazione non sarà di nuovo sotto controllo l’economia rallenterà in modo progressivo. Come era prevedibile, la notizia si è subito scontata sulle criptovalute; il Bitcoin è arrivato a un minimo di 19.863 dollari, per poi chiudere a 20.208 e tornare intorno ai 20.500 dollari.

Gli obbiettivi di prezzo minimo del Bitcoin di una nuova fase ribassista

Nel tentativo di limitare le perdite, i trader con posizioni lunghe potrebbero continuare a mediare a ribasso. Acquistare la criptovaluta a prezzi sempre più bassi è stata sul lungo termine una strategia vincente sino a ora. Nonostante ciò, nel medio termine questo alimenterà una parte della tendenza negativa, accelerando la discesa del prezzo all’aggravarsi all’abbandono necessario delle posizioni in acquisto.

Gli ultimi livelli importanti di accumulazione sotto i 20.000 dollari sarebbero tra i 17.000 e i 18.000 dollari. Una volta superati a ribasso il prezzo potrebbe dirigersi rapidamente tra i 12.000 e gli 8.000 dollari. A questo punto una nuova fase di accumulazione potrebbe venire posticipata nel tentativo di osservare quale sarà l’ultimo minimo in coincidenza con gli effetti della guerra commerciale e della politica monetaria restrittiva.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Attualmente il valore di mercato delle criptovalute supera due mila miliardi di dollari. Un calo impressionante rispetto ai 260 miliardi di un anno fa quando Bitcoin raggiunse i suoi massimi storici ai 68.600 dollari trascinando con sé il mercato, così come avviene ora sotto l’influenza negativa della situazione internazionale. Nel frattempo novità in questo settore possono esserci con nuove regolamentazioni anche in linea con lo studio per l’implementazione dell’euro digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *