BTP Italia; cosa succede ai rendimenti se non c’è inflazione? I dettagli da conoscere prima di investire

I Btp sono in questi mesi protagonisti tra i titoli considerati sicuri, con rendimenti che hanno toccato progressivamente nuovi massimi. Ecco cosa sapere prima di investire sui Btp Italia.

I BTP Italia sono i primi titoli di Stato indicizzati all’inflazione italiana, con cedole semestrali e durata di 4, 5, 6 e 8 anni.

BTP Italia; cosa succede ai rendimenti se non c'è inflazione? I dettagli da conoscere prima di investire

Questi BTp sono i primi titoli emessi attraverso la piattaforma MOT di Borsa Italiana; in questo modo viene semplificato l’acquisto. L’investimento è pensato infatti soprattutto per le esigenze dei risparmiatori e degli investitori retail. Attraverso la piattaforma MOT le banche possono offrire il prodotto anche attraverso qualsiasi home banking abilitato alle funzioni di trading.

Essi sono quindi acquistabili all’emissione direttamente on-line, attraverso qualsiasi sistema di home banking durante i giorni del periodo di collocamento. Come tutti gli altri titoli di Stato, anche i BTP Italia si possono acquistare all’emissione allo sportello presso la propria banca o Ufficio Postale abilitato.

Dato che questo genere di investimento è pensato principalmente per i piccoli investitori privati, l’emittente ha voluto ponderare il suo rendimento con la variazione del costo della vita. L’inflazione è un tema di particolare interesse e la ricerca di una soluzione di investimento per proteggere il capitale dall’erosione del potere d’acquisto fa dei BTP Italia un prodotto ideale.

Quanto serve per investire su BTP Italia e chi sono gli investitori retail?

Per investire sui BTP Italia occorrono almeno 1000 euro ed è possibile per gli investitori al dettaglio acquistarli con multipli di 1000 euro. Chi sono gli investitori retail o al dettaglio? Questi sono coloro che possono partecipare alla Prima Fase del periodo di collocamento e comprendono: le persone fisiche, a prescindere dalla loro classificazione; i soggetti al dettaglio, con esclusione di controparti qualificate e clienti professionali di diritto. Sono quindi inclusi i clienti al dettaglio divenuti professionali su richiesta e le società di gestione o gli intermediari autorizzati alla gestione su base di portafogli di investimento.

Il BTP Italia viene emesso con un tasso reale annuo minimo garantito, che cambia e dipende dalle condizioni di mercato del periodo. Sul sito www.tesoro.it è possibile trovare la comunicazione dei tassi applicati per ogni emissione.

Come sono pagati gli interessi del BTP Italia?

I BTP Italia sono gli unici titoli di Stato italiani indicizzati al tasso di inflazione nazionale. Ogni 6 mesi pagano interessi a tasso fisso sul capitale rivalutato all’inflazione del 4 semestre di riferimento. Essa è calcolata sulla base del FOI, l’indice ISTAT sui prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati con esclusione dei tabacchi. Con i BTP Italia la rivalutazione del capitale viene corrisposta semestralmente, con un recupero immediato dell’inflazione, generalmente intorno al 2% annuo.

Se non c’è inflazione invece e quindi in caso di deflazione, le cedole vengono comunque calcolate sul capitale nominale investito, con una protezione estesa anche agli interessi maturati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *