Corn, segnali concreti di debolezza, pronti all’inversione di tendenza?

Analisi di medio e lungo termine sul future del Mais (Corn), rallentamento e distribuzione, tutti segnali che richiamano una partenza a ribasso?

speculazione mais

I prezzi del Corn, dopo i massimi di inizio novembre hanno subito una prima fase di rallentamento, dove ci sono state 4-5 sessioni di ritracciamento con consecutiva ripartenza nelle giornate successive, ma con molta tranquillità e senza far scaturire una forza significativa nel mercato in questione. Questa situazione attualmente ci porta a pensare che i prezzi sono prossimi ad un’inversione importante entro fine novembre, con il Corn che farà registrare un minimo di mercato per la metà di dicembre, di conseguenza tutte insieme, queste nostre analisi e informazioni ci portano a ricercare un ingresso in vendita per provare a prendere quel movimento che ci aspettiamo.

Ingresso di medio termine e pattern di ingresso short

L’operatività in vendita che vogliamo sfruttare sul Corn per essere effettuata abbiamo bisogno di alcuni movimenti specifici da parte dei prezzi, in quanto in questo caso non opereremo sulle resistenze volumetriche, ma utilizzando il nostro pattern operativo prediletto, che ci consente di rimanere tranquilli fino alla sua completa formazione. Attualmente i massimi di periodo registrati sono quelli di martedì 2 novembre 2021 al prezzo di 586, quindi noi fino a che il mercato non si avvicina a quella zona possiamo rimanere tranquilli e attendere, ovviamente precisiamo che il movimento che vogliamo sfruttare deve completarsi prima di fine novembre, altrimenti l’ingresso non è più valido. Se i prezzi del Corn, saliranno e foreranno i 586 di massimo 6 punti, quindi non oltre i 592, come rientra all’interno dei 586, ci posizioniamo in vendita a 585,75.

Dopo esserci posizionati, andremo a piazzare il nostro stop loss in un punto preciso, che è a 598, quindi 12,25 punti di stop, lo inseriamo in quel punto perché lascia spazio di possibili finte al mercato, ma soprattutto perché quel punto rimane sopra ad un massimo relativo molto importante che è stato registrato il 12 agosto 2021.  Per quanto riguarda invece i target che vogliamo raggiungere sono 2, il primo sul supporto volumetrico a 550, che i prezzi dovranno raggiungere i poche sedute se tutto ok, e il secondo obbiettivo che è a 535. Entrambe sono zone volumetriche importanti, che faranno da supporto ai prezzi, però se gli andamenti saranno quelli previsti, senza problemi per la metà di dicembre verranno raggiunti entrambi. Dopo essere entrati nell’operazione e i prezzi ci andranno a favore di 10 punti, spostiamo lo stop loss in pareggio e puntiamo ai nostri target di prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *