Mini S&P500, tentativo di storno, nuova opportunità di acquisto?

Analisi operativa del 28 ottobre 2021 sul future dell’indice Americano mini S&P500, i prezzi sembrano prendersi una pausa dal rialzo, questa fiacca può portare trade interessanti?

trading indeciso

I prezzi del mini S&P500 dopo la grande salita che ha rotto nuovamente i massimi storici, come è giusto che sia, si stanno prendendo qualche sessione di riposo, in cui stanno stornando leggermente, movimento naturale dopo la corsa continua in forza che hanno fatto.  Chiaramente essendo in queste aree alte, è normale che i prezzi stentino un po’ a salire e che prima di incanalarsi magari in una crescita di un ulteriore 3-4% si prendano pause per ricaricare le energie, ma questa lato nostro può essere appunto un’opportunità interessante.

Se vi ricordate infatti qualche settimana fa accennavamo al fatto che per poter operare in questi periodi, le top condizioni erano short su livelli importanti da repulsione, o attendere gli storni per operare a favore di trend e salire sul rialzo, quindi nella sessione odierna se continua questo piccolo ribasso che sta facendo il mini S&P500 e arriva nelle aree a noi consone, proveremo un acquisto.

Operatività di giornata e acquisti su supporti importanti

Date le condizioni di mercato, come anticipato oggi ci concentreremo nel ricercare un ingresso in acquisto, se ovviamente i prezzi continueranno la loro fase di storno. Abbiamo individuato nel supporto a 4525 la corretta area volumetrica in cui posizionarci long se i prezzi la raggiungono nella giornata di oggi. Una volta entrati andremo a posizionare lo stop loss abbastanza vicino, diciamo 12 punti sotto, quindi a 4513, perché da qui, se i prezzi prendono il supporto volumetrico indicato, o rimbalzano bene subito, oppure c’è il rischio che rompano tale area e passino al successivo, quindi per un’operatività come questa, lo stop è corretto posizionato li.

Per quanto riguarda i target la situazione è interessante, perché comunque stiamo ricercando una ripartenza verso i massimi, quindi avremo come primo obbiettivo il livello a 4545 che è proprio il minimo sindacale, per poi a seguire prima 4559 e poi l’ultimo target a 4568 che sarebbe veramente un gain interessante. Anche in questo caso quando siamo in gain di 7-8 punti spostiamo lo stop in pari e rimaniamo in tutta tranquillità alla ricerca dei nostri obbiettivi, precisiamo anche che questa operazione può essere portata fino a domani nel momento in cui siamo ancora dentro se non abbiamo raggiunto i target sperati, perché comunque la forza rialzista è presente  e non abbiamo il rischio week-end.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *