Le migliori obbligazioni per contrastare l’inflazione: l’analisi di Capital Group

Investire in obbligazioni in questo periodo può essere molto remunerativo. Capital Group ha condotto un’analisi per stabilire i migliori titoli da inserire in portafoglio per contrastare gli effetti dell’inflazione.

Nel report vengono individuate specifiche tipologie di obbligazioni su cui fare affidamento in una condizione di mercato caratterizzata da un’inflazione persistente.

analisi
Adobe stock

Il rendimento delle obbligazioni varia a seconda della loro tipologia. Solitamente maggiore è il rischio maggiori saranno gli interessi pagati per il finanziamento sottoscritto. Oggi il mercato obbligazionario è volatile a causa di diversi fattori che incidono sulle possibilità di rendimento. Quando guardiamo alle opportunità in questo mercato è perciò importante filtrare tra le voci più importanti; stabilità del governo, credibilità sul piano internazionale, crescita economica e il rapporto tra Pil e deficit.

Le migliori obbligazioni su cui puntare sono quelle legate all’economie emergenti

Il punto di partenza dell’analisi condotta da Capital Group è proprio l’effetto dell’attuale dinamica dell’inflazione in Europa e nel mondo. Per questo è importante essere selettivi rispetto agli effetti economici su ogni settore. Se nell’ultima rilevazione l’inflazione negli Stati Uniti e in Europa è arrivata intorno al 9%, tra i migliori segmenti su cui puntare ci sono le obbligazioni legate al debito dei paesi emergenti o di società che offrono alti rendimenti.

Tra queste ci sono

  • Petrobas 2018 GBP con codice ISIN    XS0835891838   scadenza  01/10/2029  e rendimento netto annuo del 6,10%
  • Altice 2028 in Euro con codice ISIN    XS1577952440    scadenza  15/01/2028 e rendimento netto annuo del 7,40%
  • Pemex 2027 in USD con codice ISIN  US71654QCG55   scadenza  13/03/2027  e rendimento netto annuo del  7,30%

La correlazione tra rendimento delle obbligazioni delle economie emergenti e la politica monetaria USA

Queste tre obbligazioni sono quelle che secondo Capital Group sono in grado di garantire il migliore rapporto tra rischio e rendimento. Secondo la società le obbligazioni in valuta locale dei paesi emergenti sono avvantaggiate per il maggiore premio per il rischio rispetto ai paesi occidentali. Oltre questo il debito in valuta locale dei paesi emergenti subisce un crollo delle quotazioni e un rialzo dei rendimenti quando viene prezzato un aumento del costo del denaro da parte della FED. L’aumento dei tassi di interesse e della forza del dollaro influisce sulle economie emergenti per il timore delle influenze di una possibile recessione USA.

Gli investitori interessati alle obbligazioni ad alto rendimento devono prendere in considerazione, come per gli altri asset, la natura del rischio a cui sono associate. In questo senso è necessario rimanere sempre aggiornati sugli sviluppi politici ed economici del paese di riferimento. Le indicazioni da cogliere sono relative ai dati macroeconomici come ad esempio: Pil, disoccupazione, inflazione, affidabilità politica e politica monetaria.

Il sentiment che preannuncia una nuova possibile crisi crea un’avversione anche verso questi titoli, è perciò importante filtrare tra le società o gli Stati con alte probabilità di dichiarare fallimento. Investire sulle obbligazioni consente di preventivare il proprio rendimento con un discreto vantaggio rispetto al mercato azionario. Un portafoglio in obbligazioni genera infatti di solito interessi cedolari prevedibili e costanti remunerando l’investitore a scadenze regolari.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *