Vuoi andare in pensione nel 2022? Con queste informazioni è tutto più chiaro

Per moltissimi cittadini la possibilità di andare in pensione nel 2022 può diventare realtà, ecco le informazioni con l’età e i contributi per accedere alla pensione quest’anno: analizziamoli nel dettaglio. 

pensione
adobe

 

I cittadini che si avvicinano all’età pensionabile quest’anno sono tantissimi, tuttavia molte volte le numerosi Leggi in merito all’accesso alla pensione rendono poco agevole la comprensione creando confusione e difficolta per la richiesta della prestazione pensionistica. 

Quest’anno numerosi cittadini potrebbero accedere alla pensione; tuttavia, sono diverse le possibilità di accesso alla pensione ordinaria, vi è la possibilità di ottenere la pensione in via anticipata con:  quota 102, opzione donna ed APE sociale.  Scopriamo insieme quali sono i criteri di accesso e come fare per ottenere la pensione nel 2022.

In pensione con soli 5 anni di contributi: in pochi fanno domanda perché in pochi lo sanno

Andare in pensione nel 2022: ecco le informazioni nel dettaglio

Le modalità classiche per l’accesso alla pensione nel 2022 restano sicuramente: l’anzianità contributiva e pensione di vecchiaia. Per quello che riguarda l’anzianità contributiva, si potrà ottenere la pensione per l’anno in corso indifferentemente dall’età ma avendo maturato: 

  • Nel 2022, 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini; 
  • Per le donne 41 anni e 10 mesi di contributi; 

Per chi non avesse un montante contributivo così consistente, potrà ottenere il diritto alla pensione in base all’età anagrafica. Infatti, i cittadini con solo 20 anni contributivi potranno andare in pensione a 67 anni, mentre i cittadini con almeno 3o anni contributivi e con lavori gravosi, avranno il diritto al trattamento pensionistico compiuti i 66 anni e 7 mesi. 

Ulteriori modalità per ottenere il trattamento pensionistico nel 2022

Oltre alle classiche modalità di accesso alla pensione, vi sono numerose possibilità di accedere in via anticipata. Infatti, a partire dal 1° gennaio 2022 è entrata in vigore Quota 102; con tale metodo, si potrà ottenere la pensione in via anticipata ottenendo ad esempio 38 anni contributivi con un età di 64 anni. 

La pensione raddoppia con il Tfr: il modo migliore per vivere una terza età serena

Una ulteriore modalità per l’ottenimento del trattamento pensionistico resta Opzione Donna la quale permette l’uscita dal mondo del lavoro alle donne che hanno maturato 35 anni contributivi e un età anagrafica di 58 anni per le lavoratrici dipendenti mentre, per le lavoratrici autonome cambia la sola età anagrafica che si innalza a 59 anni. 

Infine, vi è anche la possibilità con Ape Sociale di accedere alla pensione con un età di 63 anni e 36 anni contributivi. Inoltre, si potrà accedere anche con soli 30 anni contributivi se si tratta di disoccupati o invalidi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *