Ti hanno rubato la pensione? Solo in questo modo puoi ottenere il rimborso

Se un malintenzionato ti ha rubato la pensione non tutto è perduto: c’è un modo per recuperarla ottenendo il rimborso. Ecco passo per passo tutto quello che bisogna fare per recuperare il proprio denaro.

I malintenzionati purtroppo sono ovunque e sono sempre pronti ad agire ai danni di qualche povero malcapitato. Negli ultimi tempi, però, si sono moltiplicati i fenomeni di furti e truffe ai danni dei pensionati. Questa categoria considerata fragile e a rischio, infatti, è da sempre tra le più colpite da queste opere criminali ai loro danni.

furto pensione

Spesso, inoltre, tali furti accadono proprio nelle prossimità degli Uffici Postali e, in particolari, durante i periodi di erogazioni degli assegni pensionistici. Cosa fare, dunque, se ti hanno rubato la pensione? In molti pensano che, ormai, sia tutto perduto; tuttavia non bisogna disperare.

In alcuni casi, infatti, a seguito di tali furti è possibile richiedere e ottenere il rimborso di quanto perso: scopriamo insieme come fare e quale è la procedura per fare tale richiesta. Ecco tutto ciò che bisogna fare passo dopo passo.

Richiedere il rimborso della pensione rubata: non è impossibile

Non è raro che un pensionato venga rapinato da un malintenzionato subito dopo aver prelevato l’assegno pensionistico presso un Ufficio Postale. Infatti, proprio a tale avviso Poste Italiane raccomanda sempre ai suoi clienti di di prestare attenzione ai borseggiatori e di recarsi presso gli uffici postali accompagnati da qualcuno. Le persone anziane, infatti, proprio per la loro vulnerabilità sono considerati essere tra i soggetti più a rischio di queste azioni criminali.

Proprio per tale motivo e per evitare che i malcapitati restino con le tasche vuote fino al mese successivo, Poste Italiane ha stipulato un contratto di assicurazione che tutela tali vittime di furti o raggiri. Dunque, coloro che subiscono un furto della pensione poco dopo averla ritirata possono richiederne il rimborso all’azienda.

Questa novità, dunque, è stata introdotta da poco e a breve potrebbe riguardare anche le banche.

Come ottenere il rimborso dopo il furto

In caso di furto della pensione poco dopo il suo ritiro, dunque, è possibile e basta presentare richiesta. Tuttavia, in merito, bisogna specificare che la copertura assicurativa garantisce un risarcimento di 700 euro. Per questo motivo, ogni volta, è sempre bene non prelevare somme superiori a questa cifra.

Per richiedere e ottenere il risarcimento, poi, è necessario recarsi presso le Forze dell’Ordine e fare denuncia; successivamente, tale denuncia dovrà essere presentata presso gli sportelli postali. In merito, bisognerà comunque attendere a lungo perché i tempi di rimborso non sono affatto brevi.

Tale assicurazione, infine, copre gli episodi di furto che accadono entro due ore dal prelievo presso sportelli ATM Postamat o Uffici Postali. L’assicurazione non interviene, quindi, qualora il furto avviene, ad esempio, presso la propria abitazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *