Se non ci fossero più soldi per pagare le pensioni? Lo scenario (possibile) da incubo

I soldi per pagare le pensioni potrebbero anche finire e lo Stato potrebbe non essere più in grado di assicurare l’assegno previdenziale: può capitare al nostro Paese? Scopriamo insieme lo scenario da incubo. 

Uno Stato che non sia in grado di reggere il proprio sistema pensionistico fa supporre uno scenario per molti versi surreale. Molti, infatti, non credono che ciò possa mai accadere e che le casse dello Stato siano sempre in grado di riuscire a far fronte al pagamento degli assegni previdenziali.

Fallimento sistema pensionistico

L’Italia è un Paese con un sistema pensionistico importante, la mancanza di nascite e il rimpiazzo generazionale nel mondo del lavoro che non avviene rende il nostro sistema pesantissimo per le casse dello Stato. In un paese in cui aumenta il numero di pensionati ma non dei giovani che lavorando potrebbero pagargli la pensione pone dei seri dubbi sulla tenuta del sistema: scopriamo insieme di cosa si tratta. 

Aumentano ancora le pensioni: per il mese di marzo 2022 attese importanti novità

Se non ci fossero i soldi per pagare le pensioni, cosa accadrebbe? Ecco quello che c’è da sapere

Abbiamo visto che un sistema pensionistico come quello italiano potrebbe collassare; ciò è dovuto al basso tasso di natalità e alla poca flessibilità del mondo del lavoro. Infatti, in Italia il numero di pensionati è molto alto e i giovani che dovrebbero riempire i posti in modo che il sistema previdenziale possa reggere sono pochi. 

Secondo alcuni dati riportati dagli esperti di Proiezioni di Borsagli occupati in Italia sono circa il 23,4 milioni di cittadini, il tasso di disoccupazione nella fascia dai 15 ai 64 anni è del 21,9% cioè, circa 13,1 milioni di persone, inoltre, il numero di pensionati in Italia è di circa 16 milioni di persone. 

Da questi dati che fanno riferimento alla situazione precedente alla crisi pandemica emerge in modo chiaro che il sistema pensionistico a lungo andare non possa reggere: infatti, la differenza tra il numero di pensionati e degli occupati è solo di un terzo a cui bisogna aggiungere un costante calo delle natalità. Ma quando potrebbe collassare il nostro sistema? Scopriamo insieme la data 

Il sistema al collasso

Ad oggi fare delle stime su quando il sistema pensionistico italiano dovesse collassare è impensabile poiché le stime variano di anno in anno ed è impossibile prevedere un momento esatto in cui il sistema pensionistico italiano collasserà. 

Pensioni, pagamenti anticipati anche a marzo: cosa succede con il green pass

Tuttavia, il problema rimane e lo Stato italiano per far fronte al pagamento ha dovuto ricorrere negli ultimi anni all’emissione di Titoli di Stato e quindi a debito pubblico. Tuttavia, esistono delle soluzioni che come riportato da Proiezioni di Borsa potrebbero evitare tale scenario da incubo:

  • Aumento del tasso di natalità; 
  • Maggiore immigrazione regolare; 
  • Sistema di previdenza integrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *