Soldi per le donne disoccupate, con il Fondo Impresa Femminile

Per accedere ai soldi per le donne disoccupate e lavoratrici, è necessario compilare una semplice domanda che permette la costituzione di imprese femminili.

Il Governo, con l’approvazione della Legge di Bilancio 2022, ha stanziato fondi finalizzati alla promozione dell’imprenditoria femminile. Si tratta di un importante passo in avanti, che permette al mondo imprenditoriale di tingersi di rosa creando nuove opportunità per le donne.

Soldi per le donne disoccupate, con il Fondo Impresa Femminile

Le nuove politiche sociali sono volte all’inclusione e alla parità di genere. Per questo motivo, un gran numero di risorse economiche sono destinate alla promozione e allo sviluppo dell’imprenditoria femminile.

Con il Fondo Impresa Femminile, il Governo ha voluto favorire la creazione di attività imprenditoriali guidate dalle donne. Per poter accedere a questo beneficio è necessario costituire una società o una cooperativa in cui siano presenti almeno il 60% di donne socie.

Se, invece, si ha in mente di creare una società di capitale è necessario rispettare il requisito secondo il quale 2/3 degli organi di amministrazione devono essere costituiti da donne.

Per quanto, invece, riguarda le imprese individuali è necessario che il titolare sia una donna.

Infine, possono accedere alle suddette risorse economiche anche le lavoratrici autonome con partita IVA.

Soldi per le donne disoccupate e lavoratrici: di cosa si tratta

Il Governo ha stanziato risorse economiche volte a favorire l’imprenditoria femminile. Con la costituzione del Fondo Impresa Femminile è possibile, per le donne disoccupate e lavoratrici senza limite d’età, dare vita ad un’attività imprenditoriale.

Per accedere alle risorse messe a disposizione occorre attendere maggio 2022.

Le attività imprenditoriali in questione dovranno interessare i settori dell’industria, della trasformazione dei prodotti agricoli, dei servizi, del commercio, del turismo e dell’artigianato.

Le risorse finanziarie messe a disposizione del Fondo sono pari a 200 milioni di euro.

Si tratta di contributi a fondo perduto, che possono essere richiesti per finanziarie l’inizio di una nuova attività imprenditoriale o per ottenere sostegno un’impresa già avviata.

Le domande devono essere presentate secondo le date di apertura degli sportelli:

  • A partire dal 5 maggio 2022, alle ore 10, sarà possibile compilare le domande per ottenere i fondi per le nuove imprese femminili già costituite da meno di 12 mesi. La domanda dovrà essere presentata a partire dal 19 maggio 2022, alle ore 10.
  • A partire dalle 24 maggio 2022, alle ore 10, sarà possibile compilare le domande per ottenere le risorse per lo sviluppo delle imprese femminili costituiti da più di 12 mesi. La domanda dovrà essere presentata a partire dal 7 giugno 2022, alle ore 10.

Per presentare le domande è prevista una procedura telematica che permette di accedere al portale dell’Invitalia. Sarà, infatti, compito di Invitalia gestire le domande e distribuire le risorse per conto del MISE.

Per dare il Log in sulla piattaforma di Invitalia occorre essere muniti di identità digitale SPID o CIE, firma digitale e indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *