Quanto ne sanno i bambini di finanza? Piccoli insegnamenti semplici e veloci

Piccoli consigli da dare ai bambini per insegnare loro a considerare soldi e concetti elementari di finanza. Eccome come riuscirci.

Bonus figli disabili fino a 6.000 euro l'anno: i casi in cui si perde
Bambino risparmio

Quanto possono avere a che fare i nostri bambini con il mondo della finanza, ovviamente considerato nelle sue piccole elementari nozioni. Come si può comunicare con un bambino e provare a passargli piccoli insegnamenti, spesso non propriamente considerati i tempi che corrono. Se consideriamo che i bambini prima imparavano a contare i soldi, le monetine avendoli di fatto sotto meno, oggi con i pagamenti digitali sempre più in aumento ci si potrebbe trovare di fronte un groppo guaio, davvero non da poco.

Oggi semplificando di molto le cose, evitando, si spera, di confondere sempre di più le idee ai bambini in merito a determinati insegnamenti, si potrebbe utilizzare lo smartphone per provare a comunicare con loro di questo particolare ambito della vita di tutti i giorni.  Radhika Duggal, CMO di Community & Business Development di Chase, ha una idea ben precisa di come avviare i bambini a piccoli percorsi di conoscenza finanziaria, una idea che deriva certo dalla sua esperienza ma soprattutto da alcune precise analisi.

I bambini e la finanza: i consigli dell’esperta su come instradare verso determinati concetti

Una buona comprensione di come essere responsabili con i soldi inizia con ciò che i bambini vedono e imparano a casa –  afferma Radhika Duggal – è importante portare i tuoi figli in conversazioni sul denaro e includerli nelle decisioni finanziarie familiari per aiutarli a capire come preventivare, risparmiare e spendere in modo responsabile. Quello che facciamo come genitori oggi può aiutarli a capire il denaro in futuro”. Un dialogo costante sul concetto di denaro, insomma, su come arriva nelle nostre casi e su quali percorsi conducano poi ad eventuali spese o altro, rendere i bambini partecipi di tutto ciò.

LEGGI ANCHE >>> Bolletta Enel, tutti i consigli per evitare spiacevoli sorprese: i veri costi

E’ importante, secondo la Duggal ad esempio coinvolgere i bambini nella redazione della lista della spes, provare ad impartire loro piccole lezioni di economia domestica direttamente sul campo, in un certo senso. Dare vita insieme a loro ad un budget utilizzabile, fornire loro le informazioni giuste per considerare la possibilità di offrire essi stessi dei piccoli consigli in merito al bilancio familiare. Renderli partecipi, insomma. Offrire loro la possibilità di esserci, di prendere decisioni. Solo in questo modo, sembra di capire, potranno realmente entrare in sintonia con determinate dinamiche e concetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *