Credito Emiliano, la banca più sicura in Italia con cui fare trading

Credito Emiliano ha una storia lunga più di 100 anni ed è arrivato fino oggi a essere un esempio internazionale di integrità patrimoniale e finanziaria.

Presidente Credem Lucio Igino Zanon di Valgiurata

Credito Emiliano conosciuta anche con la sigla Credem, nasce ufficialmente nel 1983 ma le sue origini risalgono al 1910, quando con la denominazione di Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia si fece strada nell’economia di quegli anni. La banca cominciò a espandersi con una serie di acquisizioni fino agli anni ’90, quando rileva diversi istituti di credito arrivando a emergere in un contesto internazionale.

Il processo di crescita societario arriva al suo culmine nel 1993 con la nascita del Gruppo Bancario Credito Emiliano – Credem, con a capo Credito Emiliano Holding S.p.A. La struttura viene completata l’anno successivo con l’acquisizione del Gruppo Euromobiliare, operativo nei settori dell’investment banking e dell’asset management. Queste attività rendono profittevoli le attività del Gruppo Credem, tanto che solo due anni più tardi nel 1996, viene aperta un filiale a Lussemburgo, che diventa nel 2000 Credem International. L’offerta oltre i confini nazionali viene rafforzata, così nel 1999 nasce Banca Euromobiliare con sede a Lugano.

Le acquisizioni continuano anche negli anni duemila: la Banca di Latina, la Banca dei Laghi, la Banca Popolare Andriese, Abaxbank. Nel 2011 risulta essere l’undicesima banca italiana nella classifica delle 15 banche più capitalizzate quotate sulla Borsa italiana.

Migliorando le sue performance e continuando a espandersi nel mercato riesce nel 2016 a risultare seconda in Italia per solidità patrimoniale. Credem prosegue con il suo piano di sviluppo territoriale con acquisizioni di istituti di piccole e medie dimensioni. Per rimanere altamente competitività amplia i suoi servizi e i settori di attività finanziaria, affiancandosi a società operative nel retail e nel corporate banking e ad altri comparti correlati.

Il contesto operativo di Credito Emiliano

Dal 2009 Credito Emiliano è capogruppo dell’omonimo Gruppo Bancario. Credem Banca conta a oggi oltre 600 filiali in 19 regioni italiane. L’istituto di credito offre servizi a famiglie, privati e piccole medie imprese, grazie anche ai suoi oltre 800 promotori finanziari. Oltre all’attività di banca commerciale domestica il gruppo offre attraverso sue società specializzate servizi nel settore di gestione patrimoniale e assicurativo, leasing, private equity, finanza impresa e Servizi telematici.

La Banca che è attualmente quotata in borsa, con i suoi 6000 dipendenti cerca di perseguire i suoi risultati per mezzo di una rete di distribuzione innovativa. Al fine di cogliere e anticipare ogni opportunità di profitto, la banca è in grado di offrire servizi personalizzati sia per la clientela privata sia per le imprese. Questi servizi sono affiancati da soluzioni di remote banking per fare fronte alle esigenze di semplicità e velocità nelle transazioni.

Tra le 17 società controllate facenti parte del gruppo, quelle con denominazione diversa da Credem e Credito Emiliano ci sono:

  • Banca Euromobiliare
  • Euromobiliare Fiduciaria
  • Euromobiliare Advisory SIM
  • Avvera Spa
  • Euromobiliare Asset Management SGR
  • Magazzini Generali Tagliate SpA
  • Canossa CB

Chi controlla Credito Emiliano

Direttore Generale Credem Nazzareno Gregori

Nazzareno Gregori è dal settembre 2016 al vertice di Credito Emiliano e ricopre attualmente anche il ruolo di Presidente di Credemtel nonché Consigliere di Banca Euromobiliare.

Presidente Credem Lucio Igino Zanon di Valgiurata

Lucio Igino Zanon di Valgiurata è stato Vice Presidente di Credem a partire dal 2012 fino ad aprile 2018. Ricopre attualmente le cariche di Vice Presidente di Credem Private Equity. Nonché Presidente di Credemholding, Banca Euromobiliare, Euromobiliare Advisory SIM e Credemassicurazioni.

L’azionariato che controlla il capitale sociale di Credito Emiliano è detenuto per il 77,55% da Credito Emiliano Holding, i cui maggiore azionista è rappresentato dal Gruppo Max Mara, una casa di moda italiana appartenente alla società privata Max Mara Fashion Group, multinazinale con sede a Reggio Emilia. Il Gruppo Max Mara controlla direttamente o indirettamente quasi il 40% del patrimonio della holding.

  • 24,58%          Cofimar S.r.l.  appartenente alla famiglia Maramotti proprietari di Max Mara
  • 8,62 %           Società anonima finanziaria emiliana S.r.l. Gruppo Max Mara
  • 4,85 %           UNITY R.E. S.P.A. famiglia Maramotti
  • 5,00%            European Investiments S.a.r.l.
  • 3,73 %           Fincorrad S.r.l
  • 3,50 %           Eredi Savioli S.r.l.

Quanto è sicura Banca Credito Emiliano – Credem?

Credito Emiliano è una delle banche più sicure nel panorama europeo. La BCE conferma a novembre 2020 e agosto 2021 Credito Emiliano come una realtà in grado di raggiungere risultati di solidità record. La Banca Centrale Europea ha confermato per il 2021 il requisito di Pillar 2 del Credito Emiliano all’1%, il più basso in Italia nonchè tra le banche commerciali in Europa.

Nell’ambito degli stress test pubblicati dalle autorità di vigilanza l’istituto bancario Credem ha registrato valori che la distinguono nettamente dalle controparti nel mercato nazionale.

Solo questo istituto è stato in grado di mostrare coefficienti patrimoniali in grado di sopperire a uno scenario economico fortemente negativo collocandosi tra le migliori 16 banche tra le 101 dell’Eurozona obbligate a rispettare i parametri della BCE. Per quanto riguarda i principali valori economici la banca si mostra nell’ultimo anno in forte crescita. I prestiti sono aumentati del 9,8%, la raccolta del 10,4% e sono stati acquisiti 83.500 nuovi clienti, che hanno necessitato di 225 nuove assunzioni.

L’utile netto consolidato è stabile a 201,6 milioni di euro, in leggera crescita +0,1% rispetto al 2019. Con 51,9 milioni di euro di accantonamenti a tutela di eventuali crediti inesigibili.

Il CET1 ratio è il parametro più osservato per valutare e classificare la solidità di un istituto di credito. Il valore ottenuto da Credito Emiliano si attesta al 14% con 644 punti base di margine rispetto al livello minimo normativo.

Per quanto riguarda la sostenibilità economica, sociale e ambientale il Gruppo, ha avviato inoltre una serie di misure progressive per potenziare il percorso finalizzato al raggiungimento degli standard ecologici. Il tutto è portato avanti in modo da implementare un sistema permanente di valutazione degli obbiettivi aziendali e delle performance in relazione ai criteri ESG ovvero, ambientali, sociali e di governance.

Prodotti finanziari

Pac

Il PAC, è un servizio di gestione patrimoniale studiato per coloro che vogliono investire piccole somme in modo costante. Il piano di accumulo si basa infatti sulla capacità di sfruttare la crescita tendenziale dei mercati finanziari nel tempo, compensando le variazioni di prezzo dei cicli economici.

Con il Piano di Accumulo offerto da Credito Emiliano potrai decidere l’importo e la periodicità degli investimenti con periodicità che può variare da mensile ad annuale.

Con il PAC l’investimento viene distribuito nell’arco di un tempo utile a compensare o sfruttare tutte le condizioni di mercato frazionando il rischio legato al timing, cioè al momento in cui si effettua l’investimento, che è rappresenta l’origine delle perdite o dei mancati profitti. Credito Emiliano offre in qualsiasi momento, la possibilità di sospendere e riprendere i versamenti pianificati o cambiare la tipologia di Fondo comune o Sicav. Con questo tipo di investimento è possibile inoltre riscattare in tutto o in parte quanto accumulato, garantendo la massima flessibilità per ogni necessità finanziaria.

Fondi di investimento e Sicav

Credito Emiliano cerca di rispondere alle esigenze di invesimento offrendo soluzioni pensate per ogni profilo di rischio. Fondi Comuni e Sicav danno l’opportunità di beneficiare di una gestione professionale in grado di accompagnare il risparmiatore nella crescita del suo capitale. Con l’adesione a un fondo comune questo viene ottenuto tramite la compravendita di diverse attività finanziarie come azioni, obbligazioni e titoli di stato, a seconda del tipo di fondo.

Le Sicav invece sono società per azioni a capitale variabile i cui sottoscrittori diventano soci con tutti i relativi diritti. Queste possono contribuire alla crescita del capitale investendo direttamente sulle azioni della società in questione. La Sicav infatti ha l’obbiettivo di raccogliere il capitale e offrire al pubblico le proprie azioni che in base alle variazioni di mercato potranno accrescere o meno il capitale investito.

LEGGI ANCHE>>Quali sono i vantaggi di un fondo comune di investimento?

Gestione Patrimoniale di Credem: 6 linee diverse

La gestione patrimoniale offerta da Credito Emiliano consente di accedere a una moltitudine di linee di investimento pensate per ottimizzare il portafoglio di investimenti per ogni tipologia di investitore. Il gestore patrimoniale costruisce e gestisce il portafogli monitorando in seguito le posizioni per ottimizzare il momento di ingresso e uscita dal mercato. Le linee di investimento sono ampiamente diversificate per asset class, aree geografiche e valute e possono essere combinate in termini di peso dei singoli asset in modo da contenere il più possibile il rischio di mercato.

Linee bilanciate

Mirano a conseguire attraverso un approccio diversificato e una gestione attiva, un rendimento superiore a quello del benchmark di riferimento.

Total return

Questa linea di gestione ha come obbiettivo quello di raggiungere un rendimento concordato all’interno di un determinato arco temporale. Questo viene ottenuto tramite una gestione flessibile, reattiva e ben diversificata in funzione di un determinato profilo di rischio.

Linee obbligazionarie e monetarie

Questa linea di gestione investe specificamente nei mercati obbligazionari o monetari. Con questa offerta Credito Emiliano mira a realizzare un rendimento con un esposizione al rischio ridotta e un rendimento sul medio lungo periodo. A seconda del profilo di rischio è possibile realizzare investimenti a breve termine in strumenti obbligazionari e monetari denominati in Euro, Dollaro o Sterlina.

Absolute return

Rappresentano un’alternativa alle tradizionali strategie di investimento. Esse si propongono, all’interno di un orizzonte temporale di riferimento, di raggiungere l’obiettivo di rendimento in funzione di un profilo di rischio Medio Alto. Questo è ottenuto investendo principalmente in una selezione di OICR, acronimo di organismi di investimento collettivo del risparmio, che adottano strategie di rendimento assoluto. Il gestore mira a produrre rendimenti indipendentemente dall’andamento dei principali indici di mercato e a prescindere dalla fase rialzista o ribassista.

Linee equità

Questo tipo di gestione è realizzato prendendo posizione sul mercato italiano con l’obbiettivo di conseguire un rendimento superiore a quello del benchmark di riferimento. Attraverso una strategia di gestione attiva il gestore si propone di massimizzare il rendimento per un investitore con un profilo di rischio elevato.

Polizze assicurative

Le polizze assicurative offerte da Credito Emiliano sono soluzioni di investimento che conciliano la crescita del capitale con tutti i vantaggi di una polizza assicurativa. Questo servizio da la possibilità di accedere ai mercati finanziari con flessibilità e in base agli obbiettivi patrimoniali, consentendo la pianificazione del passaggio generazionale. È possibile in questo senso sfruttare i vantaggi fiscali come l’assenza di tasse di successione o accedere a una previdenza complementare.

Le polizze assicurative sono pensate inoltre a protezione dagli imprevisti in relazione alla salute, prestazioni sanitarie, infortunio e malattia, sia personale che della propria famiglia. Tra le altre forme di protezione previste ci sono quelle immobiliari come la casa, l’azienda o l’attività professionale compresi i collaboratori. È possibile infine stipulare un assicurazione che protegga reddito e capitale.

Trading Online

Con Credito Emiliano è possibile avere il vantaggio di accedere direttamente ai mercati finanziari con uno degli istituti più sicuri in Europa. Con il servizio di trading online offerto dalla banca si hanno a disposizione un ampia gamma di asset sia del mercato italiano che di quello internazionale. Attivando uno dei due profili di trading, Basic o Advanced, il servizio offre l’accesso a una piattaforma di trading web. Il servizio diventa realmente professionale con un abbonamento di cinque euro mensili, tramite il quale si accede a news in tempo reale, nonché strumenti di analisi tecnica e fondamentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *