In che modo la Banca centrale inglese può influire sui mercati finanziari

La BoE acronimo inglese di Bank of England è la banca centrale del Regno Unito.

simbolo sterlina
Adobe Stock

La banca centrale del Regno Unito incarna ancora oggi sul piano finanziario quello che poteva essere il prestigio dell’impero britannico del XVI secolo.

La BoE è la seconda banca centrale più vecchia del mondo, fondata nel 1694 è rimasta una istituzione privata tale per 250 anni. Ciò è rimasto tale fino a quando, dopo aver servito la famiglia britannica e custodito una parte della ricchezza della nazione, non è stata nazionalizzata nel 1946. Nel 1998, la BoE si è evoluta fino a diventare un’organizzazione pubblica indipendente.

Ancora oggi la Boe funge da custode ufficiale dell’oro del Regno Unito e di altre banche centrali in tutto il mondo. Con un ammontare di 400.000 lingotti d’oro rappresentativi di un valore maggiore di 200 miliardi di sterline. Dato il suo prestigio questa istituzione mantiene ancora aggi, nonostante i mutamenti geopolitici che hanno interessato il Regno Unito, una grande importanza strategica.

Gli operatori finanziari e gli investitori prestano notevole attenzione ai comunicati di politica monetaria, poiché hanno un notevole impatto sui mercati finanziari. Bank of England assumendo il ruolo di garante nell’economia britannica, si pone come obbiettivo quello di mantenere la stabilità monetaria e la salute del sistema finanziario nazionale. Come le altre banche centrali Bank of England pianifica la politica monetaria, regola i tassi di interesse e interviene sul decorso economico del Paese.

Quali sono gli organi di decisione più importanti della Boe?

La struttura gerarchica della Banca d’Inghilterra è composta dal Governatore, dalla Corte dei direttori e da alcuni sottocomitati. Il Governatore della BoE ricopre la posizione esecutiva più alta e partecipa a tutti i comitati. Il Governatore della Banca Centrale del Regno Unito collabora con i sottocomitati come quello di politica monetaria MPC, quello di politica finanziaria FPC, e il Prudential Regulation Authority PRA, che regola il settore finanziario.

Le decisioni di questi organi hanno forti implicazioni sul valore della sterlina e collateralmente sul mercato obbligazionario e azionario del Regno Unito.

Per questo motivo le riunioni della banca centrale della BoE sono anticipate generalmente da un calo della volatilità, che incrementa notevolmente una volta che le decisioni sono rilasciate pubblicamente. Solitamente il Governatore della BoE tiene una conferenza stampa per mettere a nudo le decisioni e le prospettive economiche e di politica monetaria.

LEGGI ANCHE>>Ecco come le banche centrali possono influire sull’economia reale

Quali sono le correlazioni della sterlina sul mercato finanziario?

Oggi Londra rimane uno dei più grandi centri finanziari del mondo. Per questi motivi, la sterlina è la quinta valuta più detenuta al mondo e la quarta più scambiata, dopo il dollaro USA, l’Euro e il Yen giapponese.

La sterlina è una delle valute alternative al Dollaro più utilizzate, per questo le due valute hanno tra loro spesso una correlazione inversa. La sterlina ha anche una correlazione diretta con l’oro. Con l’uscita dall’Unione Europea la Sterlina si trova oggi più marcatamente correlata in modo negativo al prezzo dell’Euro.

Per questi motivi gli investitori verificano il calendario economico e le conferenze stampa, evitando di entrare a mercato sul GBP prima del rilascio delle news economiche generate dalle decisioni della BoE, per evitare le reazioni estremamente erratiche e volatili che si possono verificare al mutamento improvviso del sentimenti di mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *