Criptoindici e Bitpanda: investire in criptovalute in modo sicuro è possibile

Gli ultimi mesi ci hanno offerto uno scenario, almeno stando alle oscillazioni del mercato, alquanto instabile. In futuro cosa succederà?

Criptovaluta
Criptovaluta (Adobe)

Il momento storico che attualmente viviamo non può certo definirsi stabile per quel che riguarda l’andamento dei mercati. La crisi scaturita dalla pandemia di covid, l’incertezza e le misure straordinarie che proprio questo periodo storico hanno caratterizzato danno la cifra, in un certo senso, la testimonianza di quanto l’instabilità dei mercati sia quasi una cosa legittima. Gli esperti non hanno dubbi, con la normalizzazione del contesto le cose torneranno quelle di prima, il mercato risponderà a tono.

Per gli investitori, insomma, il mercato continuerà a dare risposte per cosi dire altalenanti, alti e bassi continui ed una stabilità che non è ancora pronta ad abbracciare l’intero contesto. Di conseguenza a subire di questo tipo di andamento sono anche le criptovalute già segnate da un contesto di per se quasi sempre incerto. Il rimedio però esiste, la possibilità di evitare i rischi è concreta ed è percorribile e consiste nell’affidarsi ad un diverso tipo di criptovaluta, che garantisca, insomma, determinate “protezioni”.

Di cosa parliamo concretamente se ci riferiamo a Criptoindici e Bitpanda?

L’ombrello, per ripararsi, in un certo senso dall’andamento ballerino delle criptovalute consiste nell’affidarsi a Criptoindici di Bitpanda, portafogli diversificati caratterizzati dalla presenza delle principali criptovalute in base alla dimensione del mercato ed alla propria liquidità. Molto simili agli EFT, i criptoindici danno la possibilità di acquistare direttamente le criptovalute a disposizione. Gli indici in questione non sono negoziati su alcuna borsa  e non sono considerati fondi o risorse separate.

LEGGI ANCHE >>> Che cos’è il Dow Jones, uno dei più famosi indici azionari della borsa di New York

Bitpanda, di fatto, acquista direttamente criptovalute contenute nei Criptoindici per poi conservarli, cosi come si dice in gergo “a freddo”, cioè attraverso una tecnica che consente di aumentare la sicurezza conservando le stesse criptovalute in wallet non collegati alla rete.  Bitpanda, è giusto ricordarlo,  é una societá assolutamente regolata, con una licenza MiFID II, quindi, a tutti gli effetti una società di investimento vigilata, che rispetta le normative finanziarie più aggiornate, inclusa la AML5 , di recente introdotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *