Bollo auto 2021, la cancellazione non è arrivata: ora si teme l’aumento

Mesi di discussioni in merito al bollo auto ma alla fine niente o quasi è cambiato. Tanti rinvii ed ora un rischio concreto.

Bollo auto
Bollo auto

Nei mesi scorsi si è fatto un gran parlare di bollo auto e dei tutte le situazioni che la pandemia di covid dal 2020 ha innescato proprio in merito alla tassa sull’automobile. In questo frangente, considerate le innumerevoli misure adottate nei confronti dei cittadini italiani, già colpiti dalle difficoltà di chiusure e restrizioni proprio per quel che riguarda questa particolare tassa si sperava che anche il 2021 fosse caratterizzato da un qualche rinuncia da parte dello Stato in merito all’incassare il bollo auto. Le cose non sono però andate in questo modo e parte del 2021 lo hanno già ampiamente dimostrato.

Nei mesi scorsi, infatti numerose regioni hanno adottato una serie di misure per facilitare i pagamenti ai cittadini. Rimandi delle scadenze dei pagamenti ad esempio, abbiamo visto quasi ovunque ed in alcuni casi sostanziali sconti anche per quel che riguarda le scadenze fissate in secondo luogo. Non tutte le regioni però, con il passare dei mesi hanno mantenuto la linea morbida, per cosi dire. Mentre regioni come la Lombardia, ad esempio hanno proposto una serie di riduzioni sugli importi con determinate modalità di pagamento, altre si sono limitate a prorogare ancora una volta la data di scadenza dei pagamenti.

Bollo auto: gli aumenti che colpiscono l’Italia potrebbero intaccare anche la tassa sull’auto

Mentre la Lombardia, come anticipato lanciava forti sconti sugli importi da pagare per i propri cittadini, regioni come Veneto, Emilia Romagna e Campania prorogavano la scadenza della stessa tassa al 31 dicembre. Altre regioni, invece, sono rimaste ferme con le iniziali scadenze, fissate a metà anno quando per la prima volta si è pensato di creare un ulteriore vantaggi agli automobilisti. La situazione nel nostro paese resta ancora alquanto delicata, tutto tende ad aumentare ed il mancato pagamento del bollo entro le scadenze stabilite potrebbe portare alla comparsa di more e quindi aumenti considerevoli degli importi.

LEGGI ANCHE >>> Bollo auto e revisione, in arrivo importanti agevolazioni per gli automobilisti

Il delicato momento, che nonostante tutto il nostro paese continua ad attraversare è figlio delle incertezze e delle situazioni che hanno caratterizzato i primi mesi di pandemia. Oggi il paese torna a camminare, quasi come prima, forse non ancora a correre, ma è indubbio che gli italiani, in questa fase storica sia fortemente sotto pressione per quel che riguarda il pagamento di tasse ed impegni vari. Il bollo auto torna quindi a preoccupare gli automobilisti con un 2022 alle porte che dovrebbe riportare alla condizione classica. I fatti restano questi, non resta che organizzarsi per i pagamenti e sperare magari in futuri eventuali vantaggi suggeriti regione per regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *