Bonus edilizi, novità di AdE sulle comunicazioni di cessione o sconto

Novità dall’Agenzia delle Entrate in merito alle comunicazioni finalizzate alla cessione del credito e sconto in fattura dei  bonus edilizi: di cosa si tratta

Grande attenzione sui bonus edilizi, su quelle misure che sono state attutate dal Governo nella direzione di un piano di ripresa sul fronte dell’edilizia, misure che sono state usufruire da tanti italiani: da parte dell’Agenzia delle Entrate arriva una novità importante riguardo le comunicazioni inerenti cessione del credito e sconto in fattura, ma ecco di cosa si tratta nel dettaglio.

Bonus edilizi, novità di AdE sulle comunicazioni di cessione o sconto
fonte foto: Adobe stock

Tema importante quello inerenti i bonus edilizi, come detto sono stati tanti gli italiani che hanno usufruito delle misure messe a disposizione, ma come viene spiegato da Proiezionidiborsa.it, non sarebbero mancati casi di lamentele circa la qualità dei lavori eseguiti, così come in merito ai prezzi via via più alti.

Tanto la domanda di prodotti e di materiali edili quanto il carico di lavoro delle imprese di settore si sono alzati, e gli addetti ai lavori, come si suol dire, non riuscirebbero, si legge, a star dietro a tutti i lavori da fare. Si tenga conto che i Bonus presentano anche delle date di scadenze.

Tra le problematiche emerse viene menzionato anche quello inerente il trasferimento delle detrazioni fiscali legate ai bonus edilizi. Tra le opzioni proposte dal legislatore vi è anche quella del loro passaggio di mano al posto della detrazione diretta.

Lo scopo è di poter rendere più snelli possibile i lavori, e di poter renderli fruibili ad una platea più larga di cittadini. La novità da parte dell’Agenzia delle Entrate, viene spiegato, è inerente le comunicazioni finalizzate all’esercito delle opzioni, sconto in fattura e cessione del credito. Bisogna sottolineare, al riguardo, che si fa riferimento alle spese sostenute nel 2021, e le rate residue non fruite delle detrazioni inerenti a spese del 2020.

Bonus edilizi, novità AdE nel comunicato: c’entrano i lavori di edilizia

Tanti gli aspetti inerenti la materia economica che possono destare attenzione e suscitare l’interesse generale, con approfondimenti inerenti diversi spunti a vario livello: si pensi ad esempio agli aspetti da sapere inerenti i forfettari e l’obbligo di fattura elettronica: il punto e la questione dell’esonero.

O ancora, ad esempio, cosa c’è da sapere sul Bonus Internet senza limite ISEE e SPID online gratis nel merito della Fase 2 del Piano Voucher.

In merito al tema in oggetto, come detto approfondito da Proiezionidiborsa.it, si legge che il decreto Sostegni-ter aveva fissato un termine circa la comunicazione al 29 di aprile. Nei giorni scorsi erano arrivare novità legislative per quel che concerne i Bonus. Un aspetto circa i contribuenti riguardava il fatto che alcune comunicazioni trasmesse entro il 29 risultavano essere scartate, mentre in altri casi, si legge ancora, i soggetti interessati hanno segnalato all’Agenzia delle Entrate che le comunicazioni accolte presentavano errori sostanziali, i quali poi generavano crediti di imposta errati.

Mediante la Risoluzione n.21/E arrivano novità da AdE per coloro che hanno svolto lavori di edilizi, dal momento che l’Agenzia riapre i termini di invio circa le comunicazioni non accettate in virtù di repentine evoluzioni normative, si legge.

Andando nel dettaglio della comunicazione, AdE permette la possibilità di procedere eventualmente a correzioni di errori, con nuovi termini fissati di invio che vanno da lunedì 9 maggio a venerdì 13, ovvero 5 giorni a disposizione per i soggetti eventualmente interessati.

Nella settimana prossima, quindi, vi sarà la possibilità: di inviare comunicazioni sostitutive e annullamenti di comunicazioni inviate e accolte tra il primo e il ventinove aprile 2022. Il riferimento è alla rate residue delle spese del 2020, spiega Proiezionidiborsa.it, (4 o 9, in base al tipo di intervento) e le spese del 2021; re-inviare comunicazioni scartate tra il 25 e il 29 aprile scorso a parità del cod. fiscale del beneficiario (condominio oppure singolo proprietario) e anno della spesa. Circa le spese, sono le medesime tipologie di cui sopra.

Allo stesso tempo Agenzia dell’Entrate precisa che entro la data del tredici maggio vanno mandate le comunicazioni sostitutive oppure gli annullamenti di comunicazione trasmesse tra il nove e il tredici maggio. Il riferimento è inerente le comunicazioni di cui sopra, con il limite, inderogabile spiega Proieizionidiborsa.it, fissato al 13.

Questi alcuni dettagli al riguardo. Ad ogni modo è bene ed opportuno informarsi ed approfondire il tema e i vari elementi, così da chiarire ogni eventuale dubbio e conoscere nel dettagli gli aspetti da sapere, anche attraverso un confronto con esperti del campo e professioni del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *