Come la passione per le auto sportive può trasformare un ragazzo in un manager milionario

Carlos Tavares, nato in Portogallo nel 1958 è uno dei pochi dirigenti alla guida un’azienda in grado di fare del suo lavoro anche la sua passione.

Logo Stellantis
Adobe Stock

Carlos Tavares attualmente amministratore delegato Stellantis, ha mostrato fin dalla gioventù lungimiranza e talento.

L’ amministratore delegato del nuovo gruppo industriale si è distinto per l’ottima conoscenza del contesto tecnico e poi imprenditoriale. Grazie a questo è riuscito nel corso delle sue amministrazioni la capacità di ridare solidità patrimoniale e slancio alle aziende in difficoltà economiche.

Tavares ha frequentato l’École Centrale Paris laureandosi in ingegneria meccanica nel 1981. Arrivato in Francia ancora adolescente, mostra fin da subito particolare interesse per il mondo dei motori. La passione lo accompagnerà e sarà la matrice determinante per il percorso formativo e lavorativo. Ancora quattordicenne passa il suo tempo libero come volontario al circuito dell’Estoril in cui sogna di fare il pilota professionista.

L’inizio della carriera di Carlos Tavares

L’impossibilità di accedere a un mondo così esclusivo lo porta comunque a tentare un percorso alternativo e indiretto. Studia per questo ingegneria meccanica acquisendo le competenze tecniche che lo possono avvicinare al mondo dei motori. Con il pallino dell’automobile al centro della propria carriera, riesce nello stesso anno della sua laurea a entrare nel settore lavorando per Renautl. Nella casa automobilistica si impegna e partecipa fin da subito ai progetti delle auto simbolo della casa francese, la Clio e la Mégane.

Carlos Tavares oggi sposato e con tre figli si trasforma nel tempo in una figura di riferimento capace di incarichi e responsabilità sempre maggiori, che faranno di lui un manager ai vertici del settore. Nel frattempo non smette di coltivare la sua passione per le auto sportive e d’epoca, facendo esperienze sportive come rally, endurance, o guidando in pista a livello dilettantistico le monoposto di Formula 3 e perfino di GP2.

La sua carriera prosegue in Renault fino al 2004 entrando successivamente in Nissan. La casa giapponese in difficoltà economiche diventa per Tavares una vetrina che mette in luce il talento e la capacità decisionale. Assume il ruolo di vice presidente esecutivo e successivamente presidente del comitato manageriale e della sezione Nissan Nord America.

Perchè Tavares arriva alla guida di Stellantis

La svolta della sua carriera avviene tornando nuovamente in Renault. L’azienda in cui ha fatto la sua prima esperienza lavorativa lo rivuole alla guida del suo business. Lo nomina direttore operativo fino al 2013. Un nuovo problema insorge per il Gruppo Psa, la società in forte crisi decide di avviare una ristrutturazione e un nuovo piano industriale che porterà la casa automobilistica alla fusione con Fca da cui sorgerà Stellantis.

Il 29 febbraio 2012 PSA siglà un’alleanza con General Motors per lo sviluppo di sinergie in grado di compensare le perdite economiche dovute alla crisi economica del 2008. Nel 2014 non riuscendo a riprendersi dalla forte carenza di domanda il gruppo Psa formato originariamente da Pegeot e Citroen riceve aiuti dallo Stato francese. È in quell’anno che Tavares viene nominato presidente del Gruppo con il compito di guidare attraverso il suo talento la società fuori dalla crisi. Il suo contributo è fondamentale e la compagnia tornata in utile avvia a partire dal 2017 una serie di fusioni, consolidando patrimonio e quote di mercato. Queste avvengono anche grazie al finanziamento ottenuto con Bnp Paribas, portando nel Gruppo Opel e Vauxhall dalla General Motors.

Stellantis ufficialmente a novembre 2020 è un colosso dell’auto con patrimonio iniziale di oltre 40 miliardi di euro. Stellantis è oggi la quarta casa automobilistica più grande al mondo e conta circa 300.000 dipendenti, bilanciati tra le due case automobilistiche originarie.

L’azienda produce 8,7 milioni di automobili l’anno e Carlos tavares riesce grazie al suo contributo, alla sua lunga carriera e alla fiducia ottenuta durante lo svolgimento dei ruoli dirigenziali a raggiungerne i vertici. Diventa prima amministratore esecutivo e successivamente amministratore delegato di Stellantis nel gennaio 2021.

L’amministratore delegato Carlos Tavares e i suoi guadagni nel settore automobilistico

Carlos Tavares è un manager capace di valutare col dettaglio di chi è appassionato della materie punti di forza e debolezza dei progetti a carico del settore. Tavares oggi che dispone in Stellantis di uno stipendio annuo di 1,5 milioni di euro, è stato premiato per la sua capacità di innovare e mettere l’azienda al passo coi tempi. Già dal 2021 Stellantis ha mostrato un semestre con ricavi in forte crescita saliti de 46% trainati soprattutto dalle vendite negli Usa. Stellantis accelera sull’elettrificazione dell’auto e dovrà bilanciare le nuove vendite con l’aumenta dei costi per la conversione industriale.

Intanto Tavares ha ricevuto in Psa nel 2019 una remunerazione totale per il suo lavoro alla guida dell’azienda di 7.602 milioni di euro, comprensivo di compensi variabili e bonus. Oltre ai suoi incarichi in Psa e Stellantis Taveres è inoltre membro del Consiglio di Amministrazione di Airbus Holding, nonchè della ACEA, acronimo di European Automobile Manufacturers Association.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *