Consulente mutui: a cosa serve davvero questa figura professionale?

Per richiedere un mutuo è bene rivolgersi ad un consulente mutui: un professionista del settore creditizio che sa guidare alla scelta giusta.

Quando si ha intenzione di richiedere un mutuo o un prestito, è importante avere a disposizione tutti gli strumenti utili per operare la scelta migliore. In questo modo si possono sfruttare al meglio le offerte presenti sul mercato in quel momento.

Spesso questa ricerca della proposta commerciale migliore viene fatta in autonomia, con l’ausilio di canali telematici.

Sebbene questa sia una soluzione valida, è preferibile rivolgersi ad un consulente del credito. Egli ha una conoscenza approfondita della materia e sa scegliere la soluzione migliore.

A cosa serve l’aiuto di un consulente mutui?

Il compito del consulente di mutui, conosciuto anche come consulente del credito, broker del credito o mediatore creditizio, è quello di svolge un lavoro di intermediazione tra la banca e il cliente.

La figura del consulente, in questa caso, è preposta al supporto del cliente/consumatore che ha intenzione di accendere un mutuo o chiedere un prestito.

Un bravo consulente di mutui conosce tutte le tante proposte presenti sul mercato in quel preciso momento. Alla luce di queste conoscenze, è in grado di individuare la soluzione più conveniente.

In tal modo, il professionista soddisfa le esigenze del cliente nel modo più efficiente è possibile.

Mutuo e Conto Corrente: stessa banca o istituti diversi? Ecco cosa conviene di più

Come riconoscere un consulente mutui serio e affidabile

Sebbene questa figura professionale, ovvero quella del consulente mutui, possa rappresentare un importante vantaggio per il consumatore/cliente della banca, è bene fare attenzione a chi ci si rivolge.

Per evitare di finire nelle grinfie di persone spregiudicate e alla ricerca di qualcuno da truffare, è bene scegliere un consulente dei mutui che sia iscritto nell’Elenco dei Mediatori creditizi.

Il suddetto elenco è tenuto dall’OAM, ovvero l’Organismo degli Agenti e Mediatori che si occupa di stabilire gli standard dei corsi di formazione professionali nelle materie relative all’attività finanziaria e di mediazione.

Quando il cliente incontra per la prima volta un mediatore creditizio al quale vuole affidare la pratica del mutuo, ha la possibilità di valutare subito la sua competenze e affidabilità.

Una caratteristica fondamentale che deve avere un consulente mutui, per poter essere definito serio al 100%, è l’indipendenza da qualsiasi istituto di credito. In sostanza, non deve avere nessun tipo di interesse a rendere il consumatore cliente di un determinato istituto: egli deve agire nella totale imparzialità.

Questo è l’unico modo per avere la certezza che il professionista in questione stia agendo nei nostri interessi.

Un buon consulente di credito non chiede mai il pagamento anticipato della prestazione che sta offrendo. La parcella, infatti, viene liquidata al termine dell’operazione.

Quando è utile un consulente mutui

Perché è importante rivolgersi ad un consulente mutui? Quando si vuole accendere un mutuo o si desidera chiedere un prestito ad un istituto di credito, la maggior parte dei consumatori cerca informazioni in rete.

Sebbene quest’autonomia nella ricerca delle notizie utili sia un bene, talvolta può essere la causa di confusione e mancanza di chiarezza.

Molte volte capita che un consumatore si reca in banca convinto di aver individuato la proposta commerciale migliore, salvo poi scoprire di non essere in possesso di tutti i requisiti necessari.

Per questa e altre ragioni, la figura del consulente di mutui è davvero importante. Perché permette al cliente di avere a disposizione un professionista che sa esattamente cosa proporre.

In effetti, avere una persona specializzata in questa materia tanto complessa quanto mutevole rappresenta un vantaggio notevole. Il consulente finanziario, infatti, è un professionista che crea un rapporto di fiducia con il cliente al fine di trovare (insieme) la soluzione più conveniente.

Sospensione del mutuo: se rientri tra queste categorie puoi richiederla subito

Quanto costa un consulente creditizio

I costi da sostenere per avere il supporto di un consulente mutui dipendono dalla complessità del servizio che quest’ultimo deve erogare.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la parcella del consulente mutui è espressa in valore percentuale da calcolare in base alla somma ottenuta in prestito.

In ogni caso, si tratta di cifre che si aggirano mediamente sull’1%-2% dell’importo mutuato.

Nei casi particolarmente complessi, la suddetta aliquota può raggiungere il 3%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *