Controlli anti-frode su bonus e ristori: attenzione alla morsa del fisco

Il direttore dell’Agenzia delle Entrata ha inviato gli indirizzi operativi agli uffici, per maggiori controlli anti-frode su bonus e ristori.

Sono in arrivo importanti novità che riguardano l’Agenzia delle Entrate. Il direttore del fisco, Ernesto Maria Ruffini, ha inviato presso gli uffici i nuovi indirizzi operativi. In particolare, è prevista la promozione dell’adempimento spontaneo con un aumento delle lettere di invito a mettersi in regola.

Controlli anti-frode su bonus e ristori

Lo scopo è quello di incrementare l’attività di controllo antifrode volta a verificare l’utilizzo illegittimo dei crediti di imposta. Il Fisco intende scovare i furbetti che hanno avuto l’accesso illegittimo ai contributi a fondo perduto e ai ristori finalizzati a contrastare le conseguenze economiche della pandemia.

Controlli antifrode sul bonus e ristori

L’Agenzia delle Entrate ha intenzione di effettuare controlli a tappeto per scovare possibili frodi sull’accesso ai bonus e ai ristori. Ma più in generale, lo scopo del Fisco è quello di recuperare le somme di denaro concesse illegittimamente, come sostegno economico per le conseguenze negative della pandemia da Covid-19.

Un’altra importante iniziativa promossa dall’Agenzia delle Entrate è quello di rendere molto più veloci e semplificati i servizi.

L’obiettivo è quello di offrire ai cittadini una maggiore efficienza dei servizi. Per questo motivo si passerà dalla possibilità di effettuare appuntamenti programmati in ufficio, ad incontri in video call o telefonici. Lo scopo del fisco è quello di semplificare i servizi e diventare Smart.

Per raggiungere il suo obiettivo è necessario che i servizi diventino più efficienti e che migliori il dialogo con il cittadino.

Tuttavia, questo non è l’unico risultato da raggiungere. Infatti, l’Agenzia delle Entrate desidera migliorare l’assistenza ai clienti e accelerare l’erogazione dei rimborsi e dei contributi a fondo perduto.

Grazie a questa velocizzazione dei rimborsi, sarà possibile restituire molto più rapidamente la liquidità ai cittadini.

Come saranno i servizi del futuro

Tutti gli input di cui stiamo parlando sono stati resi noti nella circolare firmata dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini in cui sono stati comunicati i controlli anti-frode su bonus e ristori.

Il nuovo modello di accoglienza dell’Agenzia delle Entrate prevede un accesso programmato, fornendo all’utente un orario concordato e senza l’utilizzo di un QR Code.

In questo modo, per gli utenti sarà possibile mettersi in contatto con un esperto dell’Agenzia tramite il proprio smartphone, tablet o il PC.

Per tale ragione, è stato deciso di potenziare anche l’assistenza telefonica per riuscire ad offrire un supporto ad un maggior numero di utenti. Per quanto invece riguarda la velocizzazione dei rimborsi è stato deciso di sviluppare i processi di semplificazione e digitalizzazione che serviranno a ridurre notevolmente i tempi di erogazione.

In particolare, saranno velocizzati le lavorazioni dei rimborsi richiesti con la presentazione del Modello 730. Ma anche i rimborsi Iva dovrebbero diventare più veloci, poiché l’agenzia dovrebbe dare la possibilità di integrare direttamente i dati fattura “integrati” per ottenere la documentazione alla trattazione della pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *