Elettrodomestici ricondizionati: un vantaggio incredibile, ma attenzione alle truffe

Preferire elettrodomestici ricondizionati rispetto a quelli nuovi produce un vantaggio incredibile, che fa bene alla tasca e all’ambiente.

Quando arriva il momento di cambiare un elettrodomestico, è bene prendere in considerazione l’idea di preferire un prodotto ricondizionato. Grazie a questa saggia scelta, è possibile ottenere un benefico per sé stessi, sfruttando un importante risparmio economico, e contribuire a ridurre la produzione di rifiuti inquinanti.

elettrodomestici ricondizionati
Adobe stock

Gli elettrodomestici fanno ormai parte della nostra vita ed è impossibile farne a meno. La loro comparsa risale al periodo del boom economico, ovvero negli anni 50/60. In sostanza, è da allora che l’uomo produce attrezzi che facilitano le operazioni di vita domestica.

Tuttavia, se quest’abitudine da un lato ha reso i compiti casalinghi molto più semplici, dall’altro ha contribuito ad aumentare la produzione di rifiuti, difficili da smaltire.

Per fortuna esiste un sistema recente, che tenta di recuperare gli elettrodomestici, eseguendo un processo conosciuto come ricondizionamento. Grazie a questo sistema, è possibile recuperare e dare nuova vita ad un apparecchio per la casa, che altrimenti finirebbe in discarica.

Elettrodomestici ricondizionati: di cosa si tratta

La tecnica di ricondizionamento rientra nelle pratiche di riciclo utilizzate a livello più elevato. Grazie a questo sistema è possibile rigenerare anche i prodotti hi-tech, come smatphone, tablet e pc.

In sostanza, la rigenerazione prevede che uno strumento sia aggiustato dai tecnici abilitati, imballato nuovamente e messo in commercio ad un prezzo più economico.

Generalmente questi prodotti ricondizionati sono distribuiti sia nei grandi magazzini che negli shop online.

Vantaggi di una scelta green

Preferire un elettrodomestico ricondizionato ad uno nuovo di zecca, presenta diversi vantaggi. Innanzitutto, l’acquirente può beneficiare di un prodotto rigenerato, che funziona perfettamente, come se fosse nuovo, ma sfruttando il vantaggio di un elettrodomestico a basso prezzo.

Inoltre, chi sceglie questa soluzione fa un favore a sé stesso e all’ambiente. Infatti, acquistando un prodotto ricondizionato si opera una scelta green, che genera una minor produzione di rifiuti.

Secondo una recente ricerca condotta dall’Osservatorio Nazionale Feder consumatori, il risparmio che si ottiene scegliendo un elettrodomestico ricondizionato è pari al 38% sulla produzione di rifiuti.

Dove comprare elettrodomestici ricondizionati

In rete esistono diverse soluzioni che permettono di acquistare un elettrodomestico o un prodotto hi-tech ricondizionato. L’abitudine di preferire questo tipo di scelte si sta diffondendo tra i consumatori, infatti, sono nate start up, siti e piattaforme dove è possibile acquistare prodotti di seconda mano, rigenerati.

Nella maggior parte dei casi, il processo di rigenerazione è condotto dalle stesse aziende produttrici che, sottoponendo i loro prodotti a ricondizionamento, riescono a garantire qualità e affidabilità al prodotto.

Purtroppo, l’abitudine a preferire articoli rigenerati rispetto a quelli nuovi, in Italia, è ancora poco diffusa. Basti pensare che nel nostro Paese esistono solo poche aziende che si occupano del processo di rigenerazione degli elettrometrici, mentre in Francia vengono piazzati oltre 100mila articoli rigenerati all’anno.

Attenzione alle truffe

Se acquistare un elettrodomestico rigenerato provoca diversi effetti positivi, occorre segnalare il rischio di truffe.

L’allarme è stato lanciato proprio dall’UNC, ovvero l’Unione Nazionale Consumatori, che mette in guardia i consumatori dai rischi di truffe in rete. Pare, infatti, che tra i tanti annunci presenti sulle piattaforme dedicate, promettendo super sconti, molti siano delle clamorose fregature.

Per evitare di cadere in queste truffe online, l’Unc ha pubblicato un vademecum che prevede di:

  • fare attenzione ai prezzi estremamente bassi;
  • confrontare il prezzo con quello ex novo;
  • verificare l’affidabilità del produttore;
  • controllare che il prodotto non sia fuori produzione, per capire se è facile trovar eventuali pezzi di ricambio;
  • cercare recensioni online di clienti per controllare se il prodotto presenta difetti di fabbricazione.

È bene ricordare che anche gli elettrodomestici ricondizionati godono della garanzia di conformità che ha 2 anni di valenza.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *