Generali cerca nuovi giovani talenti e presenta un esposto alla Consob

Generali presenta un esposto a Consob dopo le dichiarazioni rilasciate alla stampa da Luciano Cirinà e Francesco Gaetano Caltagirone.

L’ex top manager della compagnia Cirinà ha criticato Generali in un’intervista rilasciata a La Stampa lo scorso 13 aprile.

Generali presenta un esposto alla Consob e accelera la selezione di giovani risorse

Tra le altre critiche sollevate, secondo Luciano Cirinà in Generali “non c’è una grande cultura della discussione”. Similmente Caltagirone il 25 marzo aveva criticato l’istituto assicurativo con dichiarazioni considerate infondate e diffamatorie.

La decisione di presentare un esposto contro i due manager è stata presa dal consiglio di amministrazione riunitosi ieri. Da inizio anno Generali ha fatto numerosi sforzi per rendere il suo ambiente di lavoro moderno con un’attenzione particolare alle nuove idee. Nello specifico Banca Generali continua a inserire professionisti di alto livello abbassando l’età media dei suoi collaboratori. Sono aumentati i consulenti finanziari under 40 all’interno della rete di Banca Generali.

Banca Generali il valore delle competenze e la selezione di giovani risorse

Il Vice Direttore Marco Bernardi, pur riconoscendo il valore delle competenze acquisite negli anni, reputa cruciale alzare lo sguardo al futuro e mirando a garantire porte d’accesso e percorsi dedicati a figure più giovani. Per questo motivo l’istituto di credito accelera la selezione di giovani risorse, in modo da ravvivare il confronto e rinnovare i diversi ambiti della banca.

Banca Generali ha realizzato a marzo afflussi netti pari a 480 milioni in prosecuzione al precedente trend che dimostra le preferenze verso l’istituto di famiglie e imprese. Nonostante la forte volatilità sui mercati e la conseguente prudenza negli investimenti la raccolta complessiva si è attesta a 1,5 miliardi da inizio anno. Tra queste, il dato migliore è stato messo a segno dai fondi arrivati a 213 milioni da inizio anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *