Invalidità civile e modulo SS3: un documento fondamentale per una categoria di cittadini

Con il modulo SS3, i lavoratori dipendenti possono ottenere l’inabilità parziale o totale all’attività lavorativa, in attesa dell’invalidità civile.

Il certificato medico modulo SS3 è un documento i dipendenti possono chiedere al proprio medico di base, in modo tale da ricevere un’attestazione per la loro inabilità parziale o totale all’attività lavorativa. Si tratta di una modulistica intermedia, rilasciata in attesa che al soggetto interessato venga riconosciuta una determinata percentuale di invalidità.

Invalidità civile e modulo SS3
Adobe stock

Generalmente il modulo SS3 deve essere allegato alla domanda che serve a richiedere prestazioni legate all’invalidità. In sostanza, grazie a questo documento medico un soggetto ricevere l’attestazione della propria condizione di invalidità.

Si tratta di un documento trasmesso in via telematica dal medico curante, secondo quanto stabilito dalla circolare INPS numero 91, del 2 luglio 2012.

Invalidità civile e modulo SS3: scopriamo di cosa si tratta

Grazie al certificato medico modulo SS3, un soggetto ha la possibilità essere riconosciuto come invalido. Così facendo è possibile ottenere una serie di contributi, come la pensione di invalidità civile.

Dunque, il modulo SS3 è un documento fondamentale per l’ottenimento della pensione di invalidità. Questo documento permette di attivare una serie di benefici ed agevolazioni.

Il certificato può essere rilasciato solo da un medico certificatore, il quale si occuperà di compilare anche la versione online da inviare all’Istituto previdenziale. Inoltrando il certificato, il medico potrà rilasciare al soggetto interessato una ricevuta, in cui è presente il numero univoco per la procedura attivata.

Il certificato ha una durata di 90 giorni a partire dalla data del rilascio.

Quali sono i dati contenuti nel certificato

Le informazioni contenute nel certificato modulo SS3 sono i seguenti:

  • I dati anagrafici del medico che ha rilasciato il certificato;
  • I dati anagrafici del soggetto che ha diritto alla pensione di invalidità;
  • La descrizione della patologia per la quale è stata causata l’inabilità al lavoro;
  • La valutazione della capacità lavorativa del soggetto interessato, espressa in centesimi;
  • L’espressione dell’invalidità totale o parziale;
  • L’indicazione dell’eventuale presenza di controindicazioni a qualsiasi tipo di attività lavorativa.

Ad ogni modo, il modello SS3 deve essere allegato alla domanda di Assegno ordinario di invalidità per persone con ridotta capacità lavorativa.

Ci stiamo riferendo alla prestazione economica che viene riconosciuta in favore di soggetti che hanno una capacità lavorativa ridotta a meno di un terzo. La causa della riduzione della capacità lavorativa deve essere un’infermità fisica o mentale.

Inoltre, occorre che il soggetto richiedente abbia maturato almeno 260 contributi settimanali, che corrispondono a 5 anni di contributi e assicurazione. Di questi, gli ultimi tre anni devono essere precedenti alla data di invio della domanda.

La richiesta di assegno ordinario può essere presentata:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • dai lavoratori dipendenti;
  • dagli autonomi, come artigiani e commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • dai lavoratori iscritti alla Gestione separata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *