Jennifer Mann alla guida della campagna acquisizioni Coca Cola, ecco le prossime novità dell’azienda

Coca Cola Company è un noto produttore, rivenditore e distributore di bevande.

Coca Cola
Coca-Colacompany.com

L’azienda è responsabile di più di 500 marchi, con un mercato multinazionale comprensivo di oltre 200 paesi.

Tra i potenziali prossimi amministratori delegati dell’azienda c’è Jennifer Mann, oggi vicepresidente senior e presidente di Global Ventures per The Coca-Cola Company. La manager guida oggi un gruppo di lavoro che ha l’obbiettivo di acquisire altri marchi su scala globale, investendo in prodotti capaci di arricchire il suo portafoglio di bevande.

Jennifer Mann ha una lunga carriera nell’azienda, cominciata nel lontano 1997 come manager nella divisione servizio clienti per il Nord America. Grazie a una profonda conoscenza dell’azienda la manager è riuscita a guidarne lo sviluppo a partire dal rientro nell’azienda dopo gli incarichi in aziende come McDonald’s di cui è stato direttore Customer & Consumer Operations nonché vice presidente del servizio ristorazione.

Mann ha conseguito una laurea in ragioneria presso la Georgia State University ed è oggi al centro dell’evoluzione delle politiche commerciali di Coca Cola. L’azienda ha avviato alla fine di questa estate investimenti per 5,1 miliardi di dollari finalizzati ad acquisire Costa. La società operante nella vendita di caffè, con oltre 4000 punti vendita è una delle tante aziende con cui Coca Cola è riuscita a contribuire alla sua crescita globale. Jennifer Mann avrà la responsabilità di guidare le prossime campagne di acquisizioni, cercando società già avviate ad ampio potenziale di crescita.

Le quattro prossime innovazioni di Coca-Cola Company

Coca Cola si prepara a innovare la sua attività commerciale con un approccio ecosostenibile e adatto a favorire l’economia circolare. Di questo farà parte anche il settore degli imballaggi che costituirà la base indispensabile nonché l’aspetto più evidente del mutamento nelle politiche aziendali. La chiave per continuare ad accrescere la fiducia dei consumatori e guadagnare quote di mercato è quella di mostrare quanto il tema ecologista sia importante per l’azienda.

La pandemia che è stata un catalizzatore per il cambiamento, ha portato Coca Cola a definire cinque priorità per accelerare la sua trasformazione.

  • Ottimizzare l’uso dell’acqua: l’acqua è parte integrante del business di Coca-Cola che la utilizza come base della quasi totalità dei suoi prodotti. Questo è il motivo per cui l’azienda considera la qualità dell’acqua come un elemento importante e si impegna a utilizzarla in modo efficiente. L’azienda reintegra e ricicla l’acqua depurandola e reintroducendo centinaia di miliardi di litri all’anno nel sistema idrico.
  • Ridurre lo zucchero aggiunto: questo obbiettivo ha lo scopo di affrontare il problema dell’obesità e delle malattie correlate ai problemi alimentari. Coca Cola si impegna a ridurre lo zucchero nelle sue bevande e contribuire con il tempo al mutamento nei gusti del consumatore.

LEGGI ANCHE>>Coca-Cola: ecco cosa è successo tre minuti prima del gesto di Cristiano Ronaldo

Come Coca-Cola punta a migliorare le politiche aziendali e la sua profittabilità

  • Diversità, equità e inclusione: Coca-Cola punta ad avere una rappresentatività nel settore dirigenziale con almeno il 50% di professionisti donne. Oltre a questo la sua base di dipendenti dovrà essere quanto più vicino possibile a rappresentare le differenze etniche negli Stati Uniti secondo i moderni censimenti.
  • Ottimizzare il portafoglio: Per ottimizzare le sue risorse Coca Cola ha semplificato il suo portafoglio passando da 400 a 200 marchi master. Questo consente ai professionisti che guidano le diverse divisioni di identificare meglio le maggiori opportunità a livello globale e allocare gli investimenti di conseguenza.  L’azienda aspira a raggiungere una combinazione equilibrata di prodotti globali, regionali e locali, attraverso una selezione mirata atta a sostenere i consumi anche in momenti di forte crisi e riduzione dei consumi.

Coca-Cola ha pubblicato quest’anno i risultati dell’anno fiscale 2020, in cui ha registrato un fatturato operativo netto di 33 miliardi di dollari e profitti per 19,6 miliardi. Si tratta di un calo dei profitti del’14% rispetto all’anno precedente. Per riuscire ad arginare l’eventualità di nuovi lockdown, l’azienda si avvantaggia della crescita delle vendite nel settore digitale. Questo è sempre più influente sulla strategia di marketing, di vendita e distribuzione dei suoi prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *