Legge 104 in revisione senza visita, come inviare i documenti

L’INPS con il messaggio 3315 del primo ottobre 2021, ha annunciato che è possibile la revisione dell’invalidità e legge 104 senza visita. Ecco come inviare i documenti. 

Legge 104 in revisione senza visita, come inviare i documenti
Legge 104 in revisione senza visita, come inviare i documenti

Una grande novità, che deriva dal decreto legge n. 76 del 16 luglio, serve a semplificare i procedimenti di accertamento degli stati invalidanti. L’INPS nel messaggio sopra menzionato spiega che le commissioni mediche in questo modo, possono snellire il procedimento della verifica sanitaria. Inoltre, è possibile utilizzare le modalità telematica. Ma come inviare i documenti? Rispondiamo a questa domanda.

Legge 104 in revisione senza visita, come inviare i documenti

I cittadini possono inviare online i documenti medici che permetteranno la valutazione del medico legale in modo oggettivo. L’accertamento riguarda le domande in attesa di valutazione sanitario di prima istanza o di aggravamento o di revisione di invalidità, sordità, cecità, disabilità e handicap.

La nuova procedura permetterà di ottenere in tempi più celeri l’accertamento dell’invalidità civile e dell’handicap ai sensi della legge 104.

La proceduta online permette di inviare online la documentazione media per effettuare una valutazione dell’accertamento medico legale, in riferimento alle pratiche inviate e in sospeso.

In effetti, in ottica di semplificazione, le commissioni mediche INPS potranno valutare e redigere verbali di prima istanza, di aggravamento (se sono attive le convenzioni con la regione di appartenenza) e di revisione, anche solo con la presentazione della documentazione medica. Quindi, senza necessità di attendere la convocazione a visita presso gli uffici INPS.

LEGGI ANCHE>>>Revisione invalidità senza visita: si rischia di perdere l’assegno, non tutti lo sanno

Come la commissione valuterà la documentazione?

Il disabile dovrà inoltrare la documentazione necessaria a valutare lo stato di invalidità o handicap, alla commissione medica INPS. Dopo l’inoltro della documentazione, la commissione potrà decidere di emettere il verbale, che poi sarà trasmesso tramite raccomandata con avviso di ricevimento all’interessato.

Oppure, se non ritiene sufficiente o non idonea la documentazione inoltrata, può convocare a visita l’interessato o richiedere un’integrazione della documentazione. Ricordiamo che la valutazione attraverso la documentazione online è obiettiva, la commissione può sempre chiedere che si effettui la visita in sede.

Come inviare i documenti

La documentazione può essere inviata sul portale dell’INPS attraverso le credenziali di identità digitale: SPID, CIE o CNS. Bisogna accedere al servizio predisposto per “allegazione documentazione sanitaria invalidità civile“.

La documentazione da inviare all’ente online deve essere in formato PDF e la dimensione di ogni file non deve superare la dimensione massima di 2 MB.

La documentazione inoltrata online, sarà sempre disponibile negli archivi INPS per essere consultata, anche in successivi visite di accertamento, ad esempio di aggravamento, revisione o verifica straordinaria per le attività di audit di coordinamento generali medico legali.

Per i cittadini che hanno già presentato una domanda di disabilità, handicap, di invaldità civile o sordità e cecità, e che hanno ricevuto dall’INPS la comunicazione per la revisione, possono chiedere di inviare la documentazione online e di effettuare la valutazione oggettiva in base agli atti presentati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *