Legge 104 e permessi per se stessi: il punto su richiesta e controlli

Il disabile che fa richiesta dei 3 giorni di permesso legge 104 per se stesso è sottoposto a controlli? Ecco alcuni dettagli al riguardo

Legge 104 e permessi per se stessi: il punto su richiesta e controlli
Penna, foglio (fonte foto: Adobe Stock)

È sempre molto alta l’attenzione quando si tratta di argomenti che hanno a che fare con temi rilevanti ed importanti quali ad esempio l’assistenza, i diritti e l’integrazione sociale, e a proposito ad esempio della Legge 104 e dei permessi, non mancano a tal riguardo le curiosità, le domande e la voglia di conoscerne maggiori aspetti inerenti.

Come noto, i tre giorni di permesso che sono concessi dalla legge 104, sono permessi ad un familiare che assiste e si prende cura di un disabile che ha certificato un handicap grave. Ma i permessi possono essere usufruiti anche per se stesso dal medesimo lavoratore.

In questo caso non cambia soltanto la possibilità di fruizione, ma vi sarebbe un’altra particolare ed importante differenza a proposito di questo beneficio, di cui a parlarne nel proprio approfondimento è Money.it, che propone in particolare una risposta ad una lettrice che presenta dei dubbi e delle domande circa i controlli.

Legge 104, permessi per se stessi e controlli: alcuni dettagli

Sono tanti i dettagli, le domande e le questioni che potrebbero emergere quando si affrontano argomenti importanti come quelli inerenti la Legge 104 e i permessi, come ad esempio come comportarsi qualora la persona disabile usufruisca del 3 giorni di permesso per se stesso in riferimento ai controlli.

Come detto, ad approfondire l’argomento è Money.it, che anzitutto spiega di aver ricevuto una domanda da una lettrice che spiega di usufruire del permesso della legge 104 per se stessa per recarsi a fare visite ed esami di controlli e di aver trovato il lavoro dopo averlo perso in precedenza.

Quest’ultima, ponendo una domanda, chiede se può o meno recarsi in farmacia o fare la spesa al supermercato nelle altre due ore ad esempio, qualora finisca la visita o gli esami alle 12. La lettrice chiede se debba necessariamente restare a casa.

Su Money.it si legge che il disabile che usufruire dei 3 giorni di permesso legge 104, può fare richiesta mediante diverse modalità, quali i 3 giorni al mese, frazionata ad ore, o 2 al giorno tutti i giorni, nel caso in cui il portatore di handicap faccia richiesta dei permessi per se stesso.

A proposito dei controlli mediante cui potrebbe emergere un abuso del beneficio, questi generalmente, si legge, riguarderebbero i familiari che prestano assistenza ad un disabile, mentre, si legge ancora, quasi mai sussisterebbe l’abuso per il disabile che ne facesse uso per se stesso. Tranne, viene spiegato, qualora nel corso del giorno di permesso questi svolgesse un altro lavoro.

A proposito di tale argomento, Money.it spiega anche che il disabile potrebbe fare uso dei suddetti giorni di permesso per poter riposare ad esempio, o per svolgere attività che andrebbero a suo beneficio, e in tal senso viene citata l’attività di fare la spesa, visite o una passeggiata.

Così come, si legge anche, la persona disabile potrebbe fare richiesta di utilizzare i permessi per 2 ore al giorno per tutti i giorni lavorativi, andando nel concreto a ridurre il proprio orario di lavoro. Ciò, viene spiegato, perché si potrebbe aver bisogno di recuperare energie psicofisiche in modo maggiore rispetto ad altri lavoratori, poiché maggiore potrebbe essere la fatica relativa allo svolgimento delle proprie attività.

Money.it sottolinea dunque che qualora venga preso un giorno di permesso 104 per svolgere dei controlli, alla fine di quest’ultimi non sarebbe tenuto a restare necessariamente in casa ma potrebbe uscire, senza che ciò possa rappresentare un abuso.

LEGGI ANCHE >>> Tasse universitarie, esenzione e Legge 104: come funziona

In ogni caso ed a prescindere da tutto, è opportuno ed importante che ciascuno approfondisca mediante confronti e rivolgendosi agli esperti del campo e agli specialisti questa come altre questioni, al fine di poter chiedere tutte le informazioni in merito, chiarire ogni dubbio e seguire le corrette indicazioni, approfondendo tanto il caso specifico quanto stabilito in generale, agendo nel pieno rispetto della legge e dunque nella sicurezza, informandosi circa eventuali abusi che si potrebbero commettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *