A soli 23 anni è tra i 100 migliori manager d’Italia secondo Forbes

Alilauro è una compagnia di navigazione privata di aliscafi che effettua le proprie rotte nel golfo di Napoli collegando la città alle isole Eolie.

Traghetto
Adobe Stock

L’azienda che occupa un ruolo di rimo piano nel settore dei collegamenti marittimi, si trova attualmente in una importante fase di rinnovamento della dirigenza e dei suoi dipendenti.

Alilauro S.p.A è una moderna realtà operante nel settore dei collegamenti marittimi fondata nel 1944 da Agostino Lauro. L’azienda oggi accresce le sue competenze dando luogo a un’attività unica nello scenario italiano.

Le prime operazioni del Gruppo Lauro risalgono al 1944, quando il fondatore della compagnia, Agostino Lauro, a bordo del Freccia del Golfo effettuava la linea turistica Ischia – Capri.

La compagnia cominciò a crescere a iniziare dai servizi di traghetto turistici tra Ischia e Capri. Successivamente cominciò ad aggiungere le rotte per destinazioni come Sardegna, Sicilia e Tunisia. La società cambia il suo corso economico a partire dalla fine degli anni Novanta a seguito della decisione lungimirante di sostituire gli aliscafi ai traghetti.

Il contesto operativo di Alilauro e mutamenti nella politica aziendale

Questa scelta la rende particolarmente competitiva, con viaggi molto più rapidi che la portano a essere il mezzo preferito nel collegamento veloce nel Golfo di Napoli. Alilauro occupa oggi un ruolo di primo piano nel comparto marittimo locale sviluppando la sua economia attorno ai settori legati alla progettazione, ambiente, sicurezza e turismo.

Salvatore Lauro è oggi alla guida dell’azienda di famiglia in qualità di presidente dell’omonimo gruppo. Il dirigente ha portato avanti l’iniziativa quasi rivoluzionaria di lasciare che una parte importante della società sia gestita dalle giovani generazioni.

Il manager ha realizzato nel tempo un servizio capace di passare dalla realtà a gestione famigliare a una holding con oltre 800 tra dipendenti e collaboratori capace di trasportare cinque milioni di passeggeri l’anno. Senatore della Repubblica per due legislature, molteplici sono le proposte di legge che portano la sua firma.

Dal 2018 l’azienda ha avuto il suo passaggio cruciale con la nomina alla dirigenza dell’azienda di Maria Celeste Lauro. La figlia dell’imprenditore che mantiene attualmente la carica di amministratore delegato è incaricata di rinnovare personale e gestire con intelligenza il passaggio generazionale.

La carriera e le innovazioni di Maria Celeste Lauro

Competenze e responsabilità non mancano a Maria Celeste, giovanissima manager che a soli 23 anni ha ereditato l’azienda di famiglia. Maria Celeste è la più giovane a comparire nella lista Forbes dei cento migliori manager e imprenditori italiani del 2021, nonché probabilmente anche la più giovane amministratrice delegata italiana.

Dedicandosi con serietà e umiltà a sviluppare i presupposti di una solida leadership, terminato il percorso formativo scolastico, ha iniziato la sua carriera lavorando a Londra per Lioid’s una tra le più importanti società di assicurazioni tra quelle esistenti nel mondo.

Rientrata in Italia lavora a contatto con il business del settore navale assumendo la guida dei Cantieri Navali Marintecnica appartenenti alla holding Lauro. L’azienda diventa con proseguimento della gestione della manager sempre più giovane, abbassando l’età media dei suoi dipendenti dai 47 anni del 2016 ai 32 attuali.

Questo racconta molto della nuova filosofia aziendale, che sotto la guida di Lauro è divenuta un centro di reclutamento per giovani eccellenze. Questi sono neodiplomati e laureati, provenienti dal settore nautico, informatico e amministrativo. Tra di loro anche chi studiando all’istituto nautico si è distinto durante un progetto di alternanza scuola e lavoro.

Il vantaggio di Alilauro nell’assumere tra i giovanissimi

Grazie allo stile imprenditoriale di Maria Celeste, Alilauro riconosce il valore delle competenze che a prescindere dall’età possono realizzare il successo dell’azienda. I giovani dipendenti possono imparare sul campo accedendo a seconda del profilo a ruoli di responsabilità.

Dall’ingegnere navale che coordina la sicurezza di bordo, al reparto meccanica, composto da ragazzi under 30. C’è, in Italia, l’idea che i giovani possano essere protagonisti solo delle start up e non di aziende già ampiamente strutturate e con ampi con fatturati. Tra chi ha in mano una certa responsabilità nelle nuove assunzioni un trent’enne, Andrea Donizzetti responsabile delle risorse umane. Sotto le indicazioni ricevute dall’attuale politica aziendale verranno assunti professionalità rigorosamente giovani.

Un fenomeno quasi unico nel panorama delle grandi aziende italiane. Alilauro punta a raggruppare una molteplicità di profili in grado di crescere insieme all’azienda creando una solida base. Questa si realizza a partire da un senso di appartenenza e cooperazione dei dipendenti. Tra le innovazioni recenti del Gruppo anche quella di avvicinarsi al pubblico tramite applicazione mobile. Il servizio permette di restare sempre aggiornati consultando orari dei collegamenti, eventuali ritardi o soppressioni delle corse, conoscere informazioni turistiche ed eventi nei luoghi di approdo.