Legge 104 e Modello SS3: che cos’è e perché è così importante questo certificato per l’invalidità

L’Inps riconosce l’invalidità pensionabile e i correlati benefici economici se viene emesso il cosiddetto certificato medico introduttivo o modello SS3, che comprova le patologie invalidanti e dunque il diritto alla prestazione previdenziale. 

Forse non tutti sono al corrente che per ottenere il riconoscimento dell’invalidità pensionabile e dei benefici economici previsti dalle legge, occorre rispettare una particolare condizione.

modello ss3
pixabay

L’interessato deve infatti conseguire l’emissione di un certificato ad hoc, il cosiddetto SS3. Si tratta di un certificato medico introduttivo il quale ha la funzione di acclarare le patologie invalidanti e dunque le condizioni di salute di colui che vuole farsi riconoscere l’invalidità pensionabile da parte dell’Inps.

Il documento è trasmesso in via telematica dal medico secondo le modalità a suo tempo definite dalle circolari dell’istituto di previdenza. Si seguito vogliamo occuparci proprio del certificato medico introduttivo o modello SS3, per capire cos’è, come funziona, chi deve inviarlo e perché. Ecco di seguito una guida sintetica sull’argomento.

Invalidità e prestazioni Inps: che cos’è il modello SS3?

Il modello SS3 non consiste né in una domanda né in una particolare tipologia di pensione, ma – come accennato in apertura – di fatto rappresenta un modello di certificato utilizzato per ottenere il riconoscimento dell’invalidità. Siamo dunque innanzi ad una certificazione che il proprio medico curante invia in formato digitale all’Inps, per consentire all’assistito di accedere alla prestazione di invalidità previdenziale.

In altre parole, esso consiste nel certificato medico introduttivo per istanza di invalidità previdenziale, vale a dire un’invalidità pensionabile che conduce a benefici previdenziali.

Il certificato introduttivo o modello SS3 include i dati anagrafici dell’interessato (nome, cognome, cittadinanza, residenza ecc.) e, soprattutto, l’indicazione della specifica natura delle patologie invalidanti e la correlata diagnosi. Ciò è un dato fondamentale per colui che vorrà fare domanda di invalidità previdenziale.

L’invio telematico da parte del medico si compie in base alle modalità fissate con la circolare Inps del n. 91 del 2012. Dopo questo documento si è aggiunto un messaggio del 2014 dell’istituto di previdenza. Grazie ad esso l’ente ha ribadito l’obbligatorietà del canale web per la compilazione e l’invio del certificato introduttivo o modello SS3.

Quest’ultimo insieme ai dati anagrafici include peraltro una varietà di dati e informazioni di ambito sanitario, mirate a determinare ed inquadrare il diritto del cittadino alle prestazioni previdenziali Inps.

Quali sono i compiti del medico?

Il certificato medico introduttivo è emesso da una figura ad hoc, ovvero il medico certificatore. Questo professionista redigerà online il documento e lo farà pervenire all’istituto di previdenza:

  • per il tramite dell’apposita piattaforma web, disponibile sul portale “inps.it – Prestazioni e Servizi – Certificato SS3 Istanza di invalidità” per coloro che sono in possesso delle credenziali SPID, CIE o CNS;
  • altrimenti, il percorso da seguire sarà sempre sul sito dell’Inps, ma selezionando “Prestazioni e Servizi – Naviga per utente – Medici e ASL – Medici curanti e certificatori”.

L’accesso alla piattaforma web dell’Inps per l’invio dei certificati è permesso esclusivamente ai medici con apposita abilitazione rilasciata dall’istituto di previdenza.

Dopo l’invio del certificato medico introduttivo o modello SS3, il medico certificatore rilascerà una ricevuta che indica il numero univoco della procedura intrapresa, ma anche il certificato medico in originale.

Qual è la durata del modello SS3?

In tema di invalidità pensionabile e dei relativi benefici economici, dobbiamo inoltre precisare che il certificato medico o modello SS3 ha una durata specifica. Il documento in particolare ha una validità pari a 90 giorni, nell’ambito dei quali il cittadino potrà fare domanda di invalidità previdenziale.

Chiaramente questo procedimento si incastra con quanto visto sopra, ed infatti in detta domanda dovrà essere inserito il numero del certificato medico digitale, di cui si trova traccia nella ricevuta di trasmissione consegnata dal medico certificatore. Ciò è stato opportunamente chiarito da una circolare Inps del 2012.

Saranno poi gli addetti dell’Inps che rileveranno il certificato introduttivo o modello SS3 compilato, ed effettueranno gli accertamenti sanitari richiesti per completare la procedura.

Attenzione però: dopo i 90 giorni suddetti, il certificato in oggetto perderà i suoi effetti e perciò l’interessato dovrà rinnovare la certificazione medica. Ecco perché è consigliabile muoversi quanto prima e effettuare celermente la domanda di invalidità previdenziale.

Ricordiamo infine che il modello SS3 serve per richiedere prestazioni previdenziali quali l’assegno ordinario di invalidità e la pensione di inabilità. Alle relative domande andrà allegato il certificato medico in oggetto, compilato e inviato dal medico curante.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *