Monete da 1 centesimo: ce n’è una che vale fino a 3000 euro

Ormai le monete da 1 centesimo sono poco utilizzate e spesso restano nel portamonete ad appesantire il portafoglio, ma possono valere davvero tanto.

Le monete da pochi centesimi di euro sono ancora in circolazione, anche se sono poco utilizzate. Si stima che siano circa 5 mila i centesimi che, a causa di un errore di conio, valgono una fortuna.

monete da 1 centesimo
Adobe stock

Con l’aumento delle transazioni effettuate con gli strumenti di pagamento elettronici, i contanti e le monete sono sempre meno utilizzate. Le monete da pochi centesimi (1, 2 e 5) sono praticamente inutilizzate, pur essendo ancora in circolazione.

Tuttavia, è bene aguzzare la vista, perché in giro ci sono circa 5 mila monete da un centesimo che valgono fino a €3000, a causa di un errore di conio.

Monete da un centesimo: scoperta choc

A causa di un clamoroso errore di conio, in circolazione ci sono circa 5 mila monete del valore di un centesimo che assomigliano alle monete da 2 centesimi. L’errore riguarderebbe sia la grandezza sia la stampa sul retro con la Mole Antonelliana, di Torino.

Insomma, si tratta di monete che sono grandi quanto quelli da 2 centesimi, ma che hanno la stampa (fronte) che fa riferimento alla moneta del valore da 1 centesimi.

Quando il conio commette un errore, mette in circolo monete rare che sono particolarmente ricercate dai collezionisti. Per questo motivo, è bene controllare nel proprio portafoglio per scoprire se si è tra i fortunati possessori di monete che possono raggiungere il valore di migliaia di euro.

Questo tipo di errore, infatti, in passato è stato valutato addirittura a €6000 al pezzo. Il motivo di una quotazione così alta è legata alla rarità della moneta.

Dal momento che centesimi sono poco utilizzati, la maggior parte di noi possiede in casa un piccolo gruzzoletto che potrebbe avere un valore ben superiore a quanto immaginiamo.

Le monete da 1 al centesimo che hanno caratteristiche molto simili a quelle da 2, possono raggiungere il valore record di €3.000.

L’errore del conio

Quando il conio commette un errore, mettendo in circolo monete che non sono esattamente come dovrebbero essere, alcuni fortunati possono entrare in possesso di un oggetto di valore.

È questo il caso della moneta da un centesimo che ha le dimensioni di quelle da 2 e la stampa della Mole Antonelliana sul retro che, lo ricordiamo, è utilizzata proprio per le monete da 2 centesimi di euro.

Dunque, si tratta di un clamoroso errore commesso dalla Zecca di Stato e che rende felici molti collezionisti, che sono disposti a pagare fior fior di quattrini per accaparrarsi i pezzi rari.

Nello specifico, essere in possesso di una moneta da un centesimo con le caratteristiche sopra descritte potrebbe far fruttare dai 3000 ai 6000 euro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Tuttavia, secondo le informazioni diffuse dalle banche, il valore di questo errore di conio si aggira verosimilmente intorno ai €2500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *