Ecco l’alternativa a Gmaps su cui Google ha investito un miliardo di dollari

Senza dubbio Google ha reinventato il modo in cui accediamo quotidianamente alle informazione. A nostra disposizione non solo un motore di ricerca, ma una serie di applicazioni utili a filtrare e velocizzare le nostre scelte quotidiane.

Rimborso pedaggio autostrada e risarcimento per viaggi da incubo
Rimborso pedaggio autostrada e risarcimento per viaggi da incubo

Uno dei servizi Google più utilizzati al fianco di Gmail è Gmaps, che fornisce un software di navigazione satellitare. L’applicazione è pensata per orientare gli utenti nei propri percorsi quotidiani, ma anche fornire indicazioni su servizi, orari e tempi di percorrenza.

Una delle alternative all’applicazione di Google è stata fino al 2013 Waze. Fondata in Israele nel 2008 è entrata cinque anni dopo a far parte dell’azienda californiana che l’ha acquistata con un investimento di quasi un miliardo di dollari.

Waze è un’applicazione di successo cresciuta rapidamente di popolarità e in grado di tenere conto del traffico in tempo reale. Per questo motivo è stata la prima scelta degli autisti impegnati nei servizi di consegna e di conseguenza si è diffusa con il passaparola tra gli automobilisti. L’applicazione simile a Gmaps è entrata nell’orbita degli interessi commerciali di Google che ne ha fiutato il potenziale.

La differenza principale tra Waze e Gmaps

Waze è in grado di concorrere raccogliendo direttamente informazioni sul traffico dagli automobilisti. Questi possono segnalare incidenti, ingorghi, autovelox e polizia. Oltre a questo è possibile interagire sulla struttura della mappa dall’editor che permette di aggiornare strade, punti di riferimento, numeri civici, ecc. Waze invia informazioni anonime, tra cui la velocità e la posizione degli utenti, al proprio database per migliorare il servizio nel suo complesso.

Oggi Google diventata un conglomerato tecnologico rinominato Alphabet, ha i suoi interessi in numerosi settori correlati. Questi includono robotica, intelligenza artificiale, automazione. A sostegno dei suoi interessi oggi l’azienda ha posto al vertice di Waze Neha Parikh. La manager ha iniziato la sua carriera nel 2000 come consulente di gestione presso PricewaterhouseCoopers, una rete multinazionale di imprese operanti nella direzione aziendale e nella consulenza legale e fiscale.

La carriera e il contributo di Neha Parikh in Google

In questo contesto Neha Parikh ha accresciuto le sue competenze manageriali, completando il bagaglio culturale costruito a partire dalla laurea in amministrazione aziendale a cui è seguito un master nella stessa disciplina. La professionista esperta nel conseguire analisi, marketing e strategia aziendale, ha lavorato per il Gruppo Expedia in cui ha raggiunto la posizione di vice presidente.

Dopo quasi dieci anni nel settore dei servizi turistici Parikh rimarrà focalizzata sul migliorare le caratteristiche di Waze, che affiancherà Google nell’ottimizzare l’esperienza di guida dei suoi utenti. Parikh ha guidato il suo gruppo di lavoro rinnovando il modello di business e rimodellando il prodotto. Ma quali sono oggi le differenze tra il servizio di Waze e quello di Gmaps?

Tra le differenze immediate c’è quella relativa alla personalizzazione delle informazioni presenti sulla mappa. L’utente contribuisce attivamente a segnalare le caratteristiche dei percorsi come ad esempio il benzinaio più economico o ancora il traffico o i pericoli stradali. Waze incentiva gli utenti a interagire per ottimizzare e aggiornare le informazioni basate su una logica crowdsourcing. L’idea alla base di Waze è che tanti più utenti immettono informazioni corrette tanto più la mappa diviene utile e accurata. Di conseguenza la differenza principale è che Waze è basato sulla comunità di utenti e Google Maps è invece basato su dati raccolti dall’azienda.

LEGGI ANCHE>>La diffusione di EasyPark, le città su cui investire e i vantaggi per gli automobilisti

Qual è il servizio di navigazione satellitare gratuito migliore per gli automobilisti?

Le altre differenze sono invece relative alle funzionalità specifiche. Waze è praticamente solo per le auto, Google Maps offre indicazioni per camminare, guidare, spostarsi in bicicletta e con i mezzi pubblici. Google offre funzionalità integrate che consentono agli utenti di esplorare eventi, servizi e punti di interesse, comprensivi di recensioni e foto, orari e numeri di telefono. Google è riuscita a differenza di tutte le altre applicazioni a mappare le aree urbane di quasi tutto il mondo rendendo possibile l’osservazione dei luoghi sul piano stradale.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • Waze richiede una connessione dati, Google Maps è disponibile anche offline.
  • Waze offre informazioni in tempo reale in base ai dati del conducente mentre Google Maps ha iniziato a includere alcune di queste funzionalità solo di recente.

In breve, Google Maps è uno strumento di navigazione semplice ma potente che seleziona il percorso più rapido ed efficiente. Waze raccoglie dati degli utenti e li sfrutta per personalizzare le informazioni necessarie all’esperienza di viaggio.