A cosa servono gli organi di vigilanza finanziaria? Quali sono i più importanti?

Consob, Sec, Finma e molti altri: spetta a loro la tutela e la salvaguardia dei mercati finanziari. Quali sono i principali compiti che devono svolgere?

Compiti organi di vigilanza

Da quando la finanza è diventata parte integrante della vita di ognuno di noi, i governi nazionali hanno dovuto occuparsi della regolamentazione di queste attività, siano esse bancarie o finanziare.

Per rispondere alla necessità di regolarizzare e controllare, furno  fondati gli organi di vigilanza finanziaria, ognuno con la sua particolare evoluzione, ma con lo stesso ruolo fondamentale nelle diverse nazioni che partecipano attivamente al mercato globale.

LEGGI ANCHE>>Reati finanziari: insider trading e market manipulation

Che ruolo svolgono le autorità di vigilanza?

Gli enti regolatori si occupano di sovraintendere tutte le attività di natura bancaria e/o finanziaria svolte all’interno del proprio stato di competenza. Per esempio gestiscono il ruolo degli intermediari e allo stesso tempo assicurano la stabilità e l’efficienza del sistema. Ecco quali sono i compiti fondamentali degli organi di vigilanza:

  • Monitorare, al fine di evitare vi siano illeciti nel sistema, come frodi bancarie, insider trading, manipolazioni di mercato e altre situazioni simili.
  • Salvaguardia della fiducia nel sistema, anche questo è un compito fondamentale: se la struttura non funziona e si ripetono gli illeciti, ne risente l’immagine del mercato nazionale, con ripercussioni sia interne che esterne, nel commercio e negli investimenti.
  • Tutela degli investitori, per mettere a riparo da truffe e illeciti anche chi è non ha un’educazione finanziaria approfondita.
  • Favorire la competitività del sistema del sistema nazionale a livello bancario e finanziario, con l’obiettivo di attrarre investitori esteri oltre che nazionali.
  • Antiriciclaggio e lotta la terrorismo, evitando la circolazione all’interno del sistema finanziario e/o bancario nazionale di capitali di dubbia provenenienza riutilizzati a loro volta per finalità illecite.

LEGGI ANCHE>> Quali sono le borse più importanti al mondo e cosa sono gli indici

Gli enti di controllo più importanti dei vari stati

Come detto, gli stati o le unioni di più stati che partecipano attivamente alle attività finanziarie e/o bancarie interne e globalizzate, hanno i propri organi di vigilanza. Vediamone in dettaglio alcuni:

  • La Consob e la Banca d’Italia sono quelli che si occupano di vigilare le attività che si svolgono sul suolo italiano.
  • CERS (Comitato Europeo per il rischio sistematico) si occupa di vigilare il sistema all’interno di tutta l’Unione Europea.
  • La FINMA è un’autorità completamente indipendente che svolge le proprie attività in Svizzera, i suoi compiti non si limitano solo a sovraintendere le attività finanziarie o bancarie, ma anche assicurazioni, rilascio delle licenze per gestori e altri partecipanti al mercato.
  • La SEC è l’ente degli Stati Uniti che si occupa di controllare le attività finanziarie e evitare illeciti, è un organo federale.
  • La CSSF è l’ente che regolamenta tutte le attività finanziarie in Lussemburgo, una delle nazioni con più risparmio gestito al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *