Godersi la pensione all’estero: ecco le mete più gettonate e convenienti

In pensione magari lontano dall’Italia, il sogno di milioni di italiani. Molte località offrono particolari vantaggi, molto interessanti.

Anticipare la pensione
Pensionati

Il sogno di moltissimi italiani in pensione è quello di trasferirsi all’estero, magari in località dal clima favorevole tutto l’anno e godere anche di particolari vantaggi fiscali. La moda, se cosi possiamo definirla è di fatto questa. Numerose sono per l’appunto le mete più gettonate negli ultimi anni, proprio per le condizioni climatiche e soprattutto nella maggior parte dei casi per i vantaggi fiscali che quei determinati stati offrono. Costo della vita meno caro, maggiore potere d’acquisto, di conseguenza e quindi una nuova prospettiva insomma. Una modalità diversa di vivere, una sorta di avventura finale da vivere fino in fondo.

Tra le mete maggiormente preferite dagli italiani in pensione negli ultimi anni c’è senza dubbio il Portogallo, insieme a Cipro e all’Albania. La tassazione agevolata, come anticipato favorisce determinate tipologie di persone, che per l’appunto vivono di pensione, altre condizioni poi chiaramente influiscono sulla scelta. Comprendere quanto sia possibile immaginarsi una nuova collocazione geografica può essere interessante per molti che magari sono alla ricerca del luogo perfetto dove trasferirsi. Inoltre bisogna dire che non sempre trasferirsi  è facile per una coppia di pensionati o per un singolo.

Godersi la pensione all’estero: le mete che più di tutte attirano gli italiani

Non solo Portogallo e Albania, oltre che Cipro tra le mete maggiormente apprezzate dagli italiani. Il sogno proibito parla spagnolo e si chiama Tenerife, con un clima favorevole tutto l’anno ed una tassazione particolare che in un certo senso consente di considerare diversamente il proprio assegno mensile. Trasferirsi però non è la più semplice delle cose per la media delle coppie di pensionati italiani, ma vale lo stesso anche per i singoli. Spesso dinamiche di natura affettiva, figli, nipoti, impediscono in qualche modo di prendere il largo, di pensare a se e di godersi in pace quelli che realisticamente potrebbero essere gli ultimi anni di vita.

LEGGI ANCHE >>> Pensione, aspettativa di 2 anni anche per legge 104: può essere riscattato?

Trasferirsi, anche per chi è deciso del tutto a compiere il grande passo non è comunque la più semplice delle cose. Informarsi sui vari paesi in cui si è scelto di trasferirsi è la prima cosa da fare, valutare le tempistiche burocratiche, comprendere al meglio il potenziale che quel tale paese può offrire e soprattutto il valore concreto della propria pensione in quello Stato. Il primo passo, e forse quello decisivo, è praticamente questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *