Pensioni minime, a dicembre previsto un nuovo bonus: quanto vale

Un nuovo bonus a dicembre per i titolari di pensione minima. A chi spetta e cosa bisogna fare per ottenerlo. I dettagli.

Bnconote euro
Banconote euro (Adobe)

Un nuovo importo aggiuntivo pari a 154,94 euro è previsto per la mensilità di dicembre per tutti i titolari di pensione minima. Ai sensi dell’articolo 70 della legge n. 388/2000, per l’appunto nella rata di dicembre 2021, i pensionati che non superano determinati limiti reddituali avranno a disposizione una nuova quota di cui godere. L’importo in questione rappresenta insomma la vera e propria tredicesima, quella che solitamente arriva nel periodo natalizio per far fronte alle spese che generalmente in quel periodo dell’anno hanno luogo.

6.702,54 è il limite da non superare per ottenere il bonus in questione una cifra di certo non grandissima ma che comunque può tornare utile per sostenere le spese che in quel periodo dell’anno solitamente le famiglie italiane sono costrette in un modo o nell’altro a considerare. E’ chiaro che questo tipo di misura è completamente a vantaggio di chi possiede un reddito molto basso e di conseguenza l’importo previsto, come visto non corrisponde certo ad una cifra chissà quanto considerevole. Comunque, in ogni caso, utile.

Pensione minima: chi ha diritto alla tredicesima da quasi 160 euro.

Il bonus di cui abbiamo ampliamente parlato nelle righe precedenti non può essere ricevuto per i soggetti risultanti titolari dei seguenti trattamenti:

  • pensione di invalidità civile,
  • assegni sociali e pensioni sociali,
  • pensioni supplementari,
  • indennizzi dei commercianti,
  • pensione e di assegni degli enti creditizi e dei dirigenti d’azienda,
  • pensioni internazionali non tassate in Italia.

LEGGI ANCHE >>> Pensione di reversibilità INPS anche ai figli maggiorenni? La risposta non è scontata

Il bonus in questione andrà quindi a soddisfare le piccole spese che solitamente tendono a concretizzarsi in quel periodo particolare dell’anno in prossimità delle festività natalizie. Un periodo in cui, come detto, le famiglie sono portate a compiere maggiori spese per preparativi, scadenze e quant’altro. Lo Stato tutela i cittadini in questione, i titolari di redditi bassi escludendo chiaramente coloro i quali godono di ben altri trattamenti previdenziali fortemente vantaggiosi in alcuni casi. La tredicesima, insomma, anche quest’anno farà felici milioni di italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *