Reddito di Cittadinanza, cosa si può pagare: in molti lo ignorano

Cosa si può acquistare e cosa si può pagare con il reddito di cittadinanza: quali dettagli conoscere e cosa c’è da sapere a tal riguardo

Reddito di Cittadinanza, cosa si può pagare: in molti lo ignorano
Banconote (fonte foto: Adobe stock)

È un tema che comprensibilmente sta a cuore a moltissimi, quello del Reddito di Cittadinanza, con tante curiosità e aspetti da approfondire da coloro che ne sono interessati, come nel caso di chi si chiede cosa si può comprare e cosa si può pagare con il RdC.

La domanda di reddito di cittadinanza sta a significare il rispetto e il soddisfacimento del requisiti specifici richiesti per avere accesso al beneficio, nonché il rispetto delle regole, come previsto e stabilito dalla legge, relativamente all’utilizzo dei soldi legati alla misura.

Reddito di cittadinanza, cosai si può comprare e pagare

Sono tanti i temi a livello economico che destano attenzione, come nel caso delle buste paga che a marzo vedrebbero aumenti: ecco per chi e di cosa si tratta.

Ad occuparsi del tema RdC , è Businessonline.it, che anzitutto si sofferma sull’importanza, ovviamente, legata al soddisfacimento dei requisiti richiesti ma anche del rispetto delle regole inerenti il Reddito di Cittadinanza, che possono portare anche al rischio, si legge, di far decadere la misura a chi ne beneficia.

Businessonline.it, in merito alle leggi in vigore, spiega che prevedono norme specifiche in merito all’utilizzo dei soldi che mese dopo mese sono erogati a coloro che ne fanno richiesta, nel rispetto dei requisiti. Inoltre si legge che da quest’anno vi sono anche maggiori controlli circa lo stato patrimoniale e in merito all’anagrafica dei richiedenti, onde evitare illeciti.

E ancora, nel caso di eventuali reati commessi, viene spiegato, il beneficio decade.

Come stabilito secondo legge, vi sono delle spese che si possono fare attraverso il reddito di cittadinanza, il cui elenco riguarda: acqueto di beni di prima necessità, come generi alimentari o abbigliamento; pagamento delle utenze; un bonifico al mese per il canone d’affitto, qualora lo siano, anche se intestato a persona diversa dal beneficiario, a patto che il titolare del contratto di affitto sia un momento del nucleo familiare del beneficiario; un bonifico al mese per pagamento rata mutuo, qualora sia questo il caso; prelievi in contante fino a 100 euro al mese per single e 210 al mese per famiglie più numerose.

Questo, è quanto sottolineato da Businessonline.it, che spiega anche che è vietato sostenere, con i soldi del reddito di cittadinanza, spese superflue e per gioco d’azzardo, pena la decadenza della misura. Inoltre tali soldi non possono essere impiegati per pagare le spese di condominio, si legge ancora.

La cifra caricata al mese va spesa e qualora così non fosse, si legge che l’importo risparmiato viene decurtato da quanto previsto per il mese successivo, sino ad un massimo del 20% del beneficio.

È opportuno ed importante che ciascuno si informi ed approfondisca il tema di ciò che è consentito e non consentito fare, e che agisca nel massimo rispetto di quanto previsto dalla legge. È importante informarsi sugli aspetti trattati e tutti gli altri rilevanti, anche mediante un confronto con esperti del campo e del settore e/o rivolgendosi agli enti competenti.

Qui, su https://www.redditodicittadinanza.gov.it, è possibile approfondire alcuni importanti aspetti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *