Rimborso immediato spese mediche: è in arrivo un’importante novità, piacerà a molti

Ora è possibile ottenere il rimborso immediato spese mediche senza dover attendere le detrazioni fiscali e la dichiarazione dei redditi 730.

Nel modello 730 è possibile inserire le spese mediche per ottenere delle detrazioni fiscali. È importante non commettere errori di compilazione dei moduli per non perdere le detrazioni.

Rimborso immediato spese mediche: è in arrivo un'importante novità, che piacerà a molti

Non tutti sanno che è possibile ricevere il rimborso delle spese sostenute senza dover attendere di effettuare la dichiarazione dei redditi. Inoltre, è bene ricordare che è possibile beneficiare delle suddette detrazione anche per le spese sanitarie sostenute per un animale domestico.

Le prestazioni mediche per le quali è possibile chiedere le detrazioni fiscali del 19% sono chiaramente indicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

In sostanza è possibile ottenere un rimborso sulle spese sostenute per le seguenti prestazioni mediche:

  • Analisi
  • Radiografie
  • Terapie prestazioni specialistiche
  • Acquisto di medicinali con impegnativa medica
  • Visite mediche geriatriche
  • Ricoveri brevi o interventi
  • Trapianto di organi
  • Assistenza infermieristica e riabilitativa
  • Acquisto o affitto di dispositivi medici

Come ottenere il rimborso immediato spese mediche

Per chi preferisce ottenere le detrazioni Irpef al 19% è necessario attendere di effettuare compilare la dichiarazione dei redditi 730. In questo caso, il contribuente dovrà compilare le relative Voci del riquadro

“E-oneri e spese”. In particolare, occorre inserire gli importi alla voce “E1-spese sanitarie”.

I documenti che vanno allegati alla dichiarazione dei redditi sono le fatture gli scontrini, le prestazioni mediche, i costi delle prestazioni di assistenza specialistica, i certificati medici e i eventuali ricoveri ospedalieri.

Per chi, invece, preferisce ottenere un rimborso immediato sulle spese sostenute, questo è possibile grazie alla reintroduzione del Cashback.

Per il momento si tratta solo di una proposta che prevedrebbe il rimborso delle spese effettuate solo ed unicamente attraverso l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, come bancomat e carte di credito.

In questo modo, il cittadino avrebbe la possibilità di recuperare immediatamente la percentuale di detrazione prevista senza dover aspettare la dichiarazione dei redditi. Ci stiamo riferendo anche in questo caso ad un’aliquota del 19% che verrebbe riconosciuta immediatamente al contribuente e accreditata direttamente sul tuo conto corrente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *