Il Pil italiano è crescito rispetto all’ultimo trimestre: le società finanziarie che ‘hanno dettato le regole del gioco’

Secondo le stime dell’Istat il Pil italiano è cresciuto dell’1% rispetto al precedente trimestre. In questo contesto anche Poste Italiane e Banca Sanpaolo crescono con ricavi e risultati operativi eccezionali.

La crescita italiana si affianca così ai risultati di due delle società finanziarie più rappresentative dell’economia del Paese.

Prezzo petrolio
Stock.Adobe

La crescita avvenuta tra aprile e giugno rappresenta il sesto trimestre consecutivo di espansione per il Pil. Il risultato è dovuto a una crescita della domanda interna, dei servizi e dell’industria. Nonostante ci sia grande incertezza per i mesi a venire dovuta all’approvvigionamento energetico, l’Italia mostra risultati in diverse grandi società. Il caso di Poste Italiane è emblematico dei flussi dell’economia interna.

La società ha annunciato ricavi in crescita e un utile netto solido, con ricavi totali pari a 2,9 miliardi per una crescita del 5,1% annuale. Aumentano anche i ricavi dei servizi finanziari con una crescita pari al 10,5%. Diminuiscono invece i ricavi dei servizi assicurativi del 1,2% ma anche i costi totali che migliorano l’efficienza della società con una riduzione del 5,5% rispetto all’anno precedente.

La trimestrale Poste Italiane e di Intesa Sanpaolo

Le attività finanziarie investite sono pari a 571 miliardi con una raccolta pari a 2,7 miliardi e un utile netto di 469 milioni che segna un aumento del 44% su base annuale.

La trimestrale Poste Italiane è stata solida su tutta la linea, e al di sopra dei livelli precedenti la pandemia. Nonostante le incertezze del contesto internazionale la società è riuscita a mantenere ottime prospettive di crescita.

Sempre in campo finanziario un’altra società che è riuscita a spiccare nonostante il contesto straordinariamente complesso è Intesa SanPaolo. La banca guidata da Carlo Messina, dati i risultati del trimestre, ha deciso di premiare i suoi dipendenti in Italia e all’estero con un contributo economico di 500 euro per un ammontare di circa 50 milioni a beneficio di 82.000 persone.

Carlo Messina, Consigliere Delegato e CEO di Intesa Sanpaolo ha commentato che le persone che lavorano nella Banca sono il centro vitale che da impulso alla crescita e all’innovazione. Professionalità e competenza devono essere ripagate anche con segni di attenzione particolari di vicinanza nei momenti di bisogno.

Complice la pubblicazione dei suoi risultati finanziari Sanpaolo mette a segno un rialzo in borsa superiore al 2%. L’istituto conferma l’obiettivo di 6,5 miliardi di euro di utile netto nel 2025. Per l’anno in corso invece l’utile netto sarà di oltre 4 miliardi di euro considerato che già nel secondo trimestre i ricavi netti sono pari a 5,347 miliardi mentre i profitti si attestano a 1,33 miliardi in crescita rispetto agli 1,02 miliardi del primo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *