S&P500, piccolo ritracciamento di mercato e poi ripartenza?

Analisi operativa del 3 agosto 2021 sul future dell’ S&P500, nuovo tentativo di storno per poi proseguire il trend rialzista?

standard and poor

I prezzi del future americano standard and poor, dopo la forte flessione subita lunedì 19 luglio, sono ripartiti con estrema forza, rompendo per l’ennesima volta i massimi storici. Attualmente però si trova in una fase di lateralità e distribuzione, che sta attraversando da poco più di una settimana, in cui i prezzi hanno creato una sorta di box-range i cui massimi sono in area 4.420 e i minimi a 4.365, un’area abbastanza ampia quindi, però come sappiamo queste fasi laterali sono molto pericolose, in quanto se vengono prolungate, possono generare poi movimenti improvvisi in qualsiasi direzione.

Nell’analisi di oggi andremo ad individuare una zona esterna alla fascia distributiva, che a parer nostro i prezzi possono raggiungere per poi successivamente, prima rientrare nel box-range e poi se i mercati continueranno ad avere forza, a rompere anche gli ennesimi massimi e continuare il trend rialzista.

Operatività e livello di intervento di giornata

Come anticipato oggi andremo a cercare un’operazione long sul future dell’ S&P500, chiaramente quando dobbiamo fare operatività in acquisto è sempre meglio prediligere mercati americani in questo periodo, in quanto possiedono una forza relativa molto più elevata rispetto agli altri mercati. L’area di intervento che abbiamo studiato è data dall’unione di 2 supporti, uno è il ritracciamento di Fibonacci del 38,2% del vettore che parte dal minimo del 19 luglio al massimo del 29 luglio e che passa a 4.346. Oltre a Fibonacci sempre nell’area intorno a 4.346 abbiamo anche un bel livello volumetrico, quindi l’unione dei due supporti va sfruttata assolutamente in caso di storno dei prezzi, per cui se nella giornata odierna, arriveranno a 4.346 noi ci posizioneremo subito in acquisto.

Lo stop loss dell’operazione in questo caso è veramente stretto data la situazione favorevole che abbiamo perché oltre  all’area volumetrica, ci aiuta a deciderlo anche alcuni minimi che sono stati fatti in quelle zone, quindi ci forniscono l’idea di come può comportarsi il mercato, per cui lo stop lo posizioneremo 8 punti sotto il livello di ingresso, quindi a 4.338. I target essendo in un mercato estremamente rialzista sono molto ambiziosi, infatti già il primo è il recupero del livello 4.371 quindi 25 punti di utile sarebbero, mentre il secondo, ma molto dipenderà dalla volontà di ripartenza del mercato, anche se in questo caso siamo molto fiduciosi, è il ritorno all’interno del box-range con raggiungimento di 4.390 che sarebbero 45 punti, un’obbiettivo di profitto veramente importante e interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *