Superbonus e cessione credito in condominio: pratica singola o unica per tutti?

Il Superbonus 110% continua a creare dubbi, oggi esaminiamo il Superbonus e la cessione di credito in condominio.

Superbonus 110%
adobe stock

Il Superbonus 110% ha trovato un grosso riscontro nei condomini e nei proprietari delle seconde case. Il dubbio che molte volte abbiamo riscontrato dalle domande poste dai nostri Lettori riguarda la possibilità di cessione di credito nel mini condominio. Per mini condominio si intende il condominio composta da minimo due condomini e un massimo di otto condomini differenti.

Il caso che esamineremo in quest’articolo riguarda un mini condominio di 4 appartamenti accatastati separati con quattro proprietari diversi. I lavori riguardano l’intero edificio e in assemblea si è deciso per la cessione del credito alla banca. Il Lettore chiede agli Esperti di Trading.it, se si  possono avviare quattro pratiche distinte per ogni singolo proprietario con cessione di credito e pagamento delle fatture.

Superbonus e cessione credito in condominio

In effetti, non è sbagliato separare le pratiche e farne una per ogni proprietario. Anche se è possibile con l’accordo dei quattro condomini  presentare anche una sola pratica. Inoltre, precisiamo che il condominio minimo non ha l’obbligo di nominare l’amministratore.

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 7/2017 chiarisce che i contribuenti possono beneficiare delle detrazioni sulle spese di ristrutturazione edilizie riguardante le parti comuni dell’intero edificio. Per detrarre la spesa bisogna indicare nei modelli di dichiarazione le spese sostenute utilizzando il codice fiscale del condomino che ha effettuato il bonifico.

Questa soluzione può essere operata anche per la cessione del credito nelle pratiche di Superbonus 110%.

LEGGI ANCHE: Ipoteca e Superbonus 110%: la risposta che in pochi conoscono se non quando è troppo tardi

I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

A chiarire tale aspetto anche l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento dell’8 agosto 2020, che, esamina i casi di cessione di credito a terzi e sconto in fattura, quando il condominio prevede l’amministratore. In effetti, l’Agenzia precisa che la comunicazione al Fisco può essere inviata da uno dei condomini incaricato. L’estensione è valida, anche se i condomini si mettono d’accordo e incaricano un unico condomino per l’inoltro delle pratiche fiscali. Questa opzione dovrebbe essere valida anche per le pratiche di Superbonus con cessione del credito.

Inoltre, in casi di dubbi sulla cessione di credito, la stessa banca fornisce le indicazioni e soluzioni per inoltrare la pratica in modo corretto e ottenere la cessione del credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *