Tredicesima e maternità: quanto ricevono le donne in attesa? Ecco il calcolo

Le lavoratrici hanno diritto alla tredicesima mensilità anche quando sono in maternità: un calcolo mostra quanto dovranno percepire.

maternità

Secondo quanto stabilito dalla Legge italiana, anche le lavoratrici in attesa che si assentano dal lavoro per il congedo di maternità hanno diritto a percepire la tredicesima mensilità. I datori di lavoro, dunque, avranno l’obbligo di versarla secondo le modalità previste.

In particolare, in questo caso, l’importo ricevuto sarà diverso in quanto sono previste delle diverse modalità di calcolo. Ecco quali sono e quanto percepiranno le future mamme.

Tredicesima e congedo di maternità: ecco le modalità di calcolo

Le lavoratrici che, negli ultimi mesi di gravidanza, si assentino dal lavoro a causa del congedo di maternità hanno diritto a percepire la tredicesima mensilità prevista nel mese di dicembre. Questo è quanto stabilisce la Legge che regola anche le diverse modalità di calcolo.

I datori di lavoro, infatti, devono sottostare a delle differenti formule per il calcolo dell’importo: quest’ultimo è certamente molto più complesso rispetto alla normalità. Il congedo di maternità comprende i due mesi prima del parto e i tre mesi successivi alla nascita del neonato.

LEGGI ANCHE: Congedo per paternità: il 2022 dovrebbe essere l’anno da ricordare

Per questo periodo va calcolata la tredicesima, con l’aggiunta del riposo giornaliero per allattamento, ossia due ore al giorno qualora la giornata lavorativa superi le sei ore. Non sono compresi nel calcolo, invece, i giorni di astensione dal lavoro per maternità facoltativa.

Quanto percepiranno le donne? Un esempio di calcolo

Le somme da versare per la tredicesima delle neo-mamme sono garantite sia dall’Inps che dal datore di lavoro: la prima contribuirà all’80% mentre i secondi solo al 20%. Anche in questo caso, inoltre, essa sarà contenuta nell’importo della busta paga di dicembre.

Nel caso in cui la maternità sia regolare, ossia nei tempi e nei limiti stabiliti dalla Legge, l’importo ricevuto sarà uguale a quello degli altri anni. In questo caso, dunque, non ci sarà differenza causata dal congedo.

Nel caso in cui, invece, ci si trovi in maternità facoltativa l’importo ricevuto sarà minore e verrà frazionato in base ai giorni di astensione. In particolare, se si considera uno stipendio medio di 1200 euro con un periodo di astensione facoltativo di 4 mesi, la tredicesima ammonterà a circa 800 euro lordi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *