Anna Maria Danieli: La donna ai vertici dirigenziali dell’acciaieria italiana

ABS acronimo di Acciaierie Bertoli Safau, è la divisione specializzata nella lavorazione dell’acciaio del gruppo Danieli.

Acciaieria
Adobe Stock

Il Gruppo Danieli è una multinazionale italiana, con sede in provincia di Udine ed è uno dei protagonisti a livello mondiale nella produzione di impianti siderurgici.

ABS nata nel 1988 è oggi un colosso con un fatturato di circa un miliardo di euro. I suoi 1700 dipendenti hanno contribuito a fare di questa realtà italiana un’acciaieria tra le più competitive nel mercato.

L’azienda è nata dalla fusione di due storiche fabbriche siderurgiche, le Officine Bertoli e la Società per Azioni Ferriere & Acciaierie di Udine. Oggi l’azienda è riuscita a ritagliarsi la sua quota di mercato anche grazie alla guida di Anna Mareschi Danieli dal 2020 Vice Presidente ABS.

La carriera di Anna Maria Danieli

Anna Mareschi Danieli nata nel 1980 è laureata in Economia Aziendale all’Università Bocconi di Milano nel 2004. L’anno successivo inizia la sua carriera per il comparto finanziario di AXA e per il gruppo Unicredit come analista finanziario. La manager cresciuta con l’esempio del sacrificio e delle capacità imprenditoriali della famiglia fa il suo ingresso nel gruppo Danieli nel 2007. In linea con le sue mansioni pregresse assume la responsabilità del comparto Amministrazione e Finanza.

Anna Mareschi Danieli con un esperienza anche nella Steel South Carolina, multinazionale siderurgica USA, ha nel suo curriculum tutte le competenze per assumere crescenti responsabilità. Arriva a guidare per ABS il comparto finanziario dell’area Asia e Pacifico.

I riconoscimenti di Mareschi Danieli e il suo ruolo per ABS

La manager coordina la fase di vendita e di offerta dei prodotti, nonchè la gestione dei pagamenti ai fornitori. Cura inoltre i rapporti del Gruppo con le Banche e le assicurazioni, seguendo da vicino la gestione degli interessi economici.

Anna Mareschi Danieli responsabile del consolidamento del business sul mercato nazionale e internazionale di questa importante realtà territoriale viene eletta nel 2017 Presidente di Confindustria Udine. La sua credibilità è stata suffragata dal suo stile manageriale improntato sul giusto equilibrio fra il rispetto delle regole e il superamento delle convenzioni, necessario per rinnovare lo spirito imprenditoriale.

Secondo la manager, che dal 2021 fa parte della top 100 Forbes degli imprenditori e manager italiani, cambiamento anche ridare centralità alla competizione, intesa come un mezzo di propulsione per uno sviluppo continuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *