Bancomat, rivoluzione pagamenti dal 2022: ecco i nuovi limiti per i contanti

Il 2022 si prospetta come l’anno dei cambiamenti, numerose saranno le novità in molti campi. In quello bancario pronta una rivoluzione.

Foto © AdobeStock
Foto © AdobeStock

Il prossimo anno sarà ricordato come quello dei grandi cambiamenti. Numerosi i settori interessati, si va dalla previdenza agli ammortizzatori sociali, passando per il settore bancario. Proprio in questo campo possiamo notare una serie di novità che di certo andrà a colpire, in un modo o nell’altro il quotidiano dei cittadini italiani. Come già previsto da alcuni anni, infatti dal 2022 il limite massimo per i pagamenti in contanti si abbasserà a 999,99 euro. In controtendenza a quanto avveniva negli anni passati, cosi come tra l’altro era già considerato e programmato.

Ciò significa che ancora una volta il Governo gioca forte contro l’evasione fiscale. Favorire pagamenti elettronici e digitali, impedire quanto più possibile la circolazione del denaro contante, evasione fiscale, come detto e riciclaggio di denaro sporco, questi gli obiettivi da stanare. Di conseguenza acquisiranno moltissima importanza quelle che saranno le innovazioni nel settore, perchè è chiaro che l’utilizzo di bancomat o carta di credito necessità di una serie di incentivi per spingere i cittadini a preferire certi metodi di pagamento rispetto ad altri.

Pagamenti bancomat: ritorna la lotteria degli scontrini

Una serie di interessanti novità anche per i commercianti che in una prima fase apparivano assai restii a favorire pagamenti con bancomat o carta di credito per evitare di pagare commissioni o addirittura di dotarsi degli appositi strumenti. Per loro ci sarà spazio per interessanti crediti di imposta derivanti dall’acquisto dei macchinari, della strumentazione insomma, utile per consentire ai propri clienti di non pagare in contanti. Inoltre va detto che sarà cancellata con ogni probabilità l’iniziativa del cashback mentre verrà, almeno da quel che si dice ripristinata la lotteria degli scontrini.

LEGGI ANCHE >>> Bancomat, conto corrente e conto deposito, occhio alle caratteristiche: cosa c’è da sapere

La lotteria degli scontrini cambierà forma, sostanzialmente, con estrazioni istantanee. Il premo eventuale sarà riconosciuto subito e non più grazie ad estrazioni periodiche. Il Governo insomma spinge per ripristinare una linea forte contro l’evasione fiscale. I controlli saranno più serrati, inoltre anche per quel che riguarda l’utilizzo concreto di denaro contante, con verifiche incrociate sui conti correnti che spiegheranno se certe movimentazioni possano essere o meno lecite. Il Governo, si è detto, non scherza, ed è pronto a scendere in campo per un stagione di grande programmazione e di contenimento di fenomeni che per troppi anni hanno caratterizzato determinati aspetti della vita pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *