Bank of Canada: il punto sull’economia di stato

Secondo la Bank of Canada, le prospettive di crescita economica andranno oltre le aspettative

Bank of canada

Bank of Canada, si è espressa in senso favorevole rispetto ad una ripresa economica del Canada, la quale si è dimostrata forte rispetto alla crisi dovuta all’emergenza sanitaria ed ha mantenuto stabile il suo tasso oltre che essersi dimostrata fiduciosa nella crescita del PIL canadese nel primo trimestre.

La Banca inoltre ha dichiarato che il tasso d’interesse resterà al minimo storico dello 0,25% fino a quando non ci sarà un maggiore equilibrio economico e finché il periodo di crisi economica sarà quasi del tutto ridotta, evento che probabilmente si verificherà nel corso del 2023 , inoltre,  ha mantenuto il ritmo del suo programma di acquisto di obbligazioni.

L’economia del Canada, si sta dimostrando resiliente anche alla seconda ondata di virus oltre che alle misure di contenimento che si stanno  sviluppando nuovamente. Secondo gli esperti, le dichiarazioni dell’istituto sono abbastanza in linea con le previsioni di molti e, con le eventuali modifiche della politica monetaria. Quindi, nonostante sembra chiaro che una ripresa economica possa esserci e che le prospettive economiche sono migliorate, è però importante che vi sia un sostegno da parte della politica monetaria.

La Banca, ha inoltre visualizzato un’occupazione che rimane al di sotto dei livelli del periodo pre pandemici, ed ha evidenziato il rischio che nuove ricadute possano rallentare una ripresa che sicuramente nel lungo termine arriverà. Non sembra essere una banca che  ritratterà gli stimoli positivi in maniera istantanea come si aspetterebbero i mercati, anche se potrebbe fornire una tempistica per la riduzione del QE già ad aprile( quantitative easing ossia il metodo con cui una banca centrale interviene sul sistema finanziario ed economico di uno stato). La chiave, sarà la progressione dei vaccini e dei nuovi dati in arrivo.

Questa forza e positività inaspettata del sistema economico canadese di fine 2020 e 2021, ha aumentato le scommesse  secondo cui Bank of Canada, aumenterà i tassi prima della loro attuale direzione.

Lo stesso Tiff Macklem, governatore della banca centrale canadese, il mese scorso ha dichiarato che l’economia canadese farà un forte rimbalzo grazie ad esempio all’aumento delle vaccinazioni però la ripresa sarà lenta e di lungo termine. Il dollaro canadese è stato scambiato in ribasso dello 0,1% a 1,2650 rispetto al dollaro statunitense, o 79,05 centesimi di dollaro dopo la decisione sul tasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *