UBS, quali sono i migliori titoli del fast fashion

Secondo gli analisti UBS alcune aziende del fast fashion avranno buone opportunità nel 2021

UBS bank

Gli analisti UBS , sulla base dei loro approfondimenti, sono dell’idea che i titoli relativi al settore fast fashion siano tornati ai livelli pre-pandemia e molti di questi, grazie alle previsioni positive per il 2021, sono già inglobati nelle quotazione. Ovviamente la ripresa sta avvenendo lentamente considerato il fatto che, proprio a causa del Covid-19, molti negozi sono ancora chiusi. Nel lungo periodo, la prospettiva invece potrebbe migliorare .

Gli analisti, quindi, si aspettano che il denaro speso nel settore dell’abbigliamento abbia un recupero entro il 2023,attraverso strade differenti. Nel 2020, la domanda è stata del 19% inferiore rispetto all’anno precedente, ci si aspetta che nel 2021 sia il 9% inferiore rispetto al 2019 quindi con un incremento del 10%. Tutto ciò grazie a fattori di andamento ciclico , di struttura, e ad un livello dei prezzi meno negativo ma anche alla normalizzazione di un’insieme di prodotti.

Il settore del fast fashion, muove circa 24 volte l’utile atteso per i prossimi due anni, dando uno sguardo ai multipli di Borsa, e quindi circa il 6% oltre la media degli ultimi cinque anni. Ci sono alcune aziende, in questo settore, che potrebbero avere possibilità importanti , qualora fossero prezzati in modo opportuno in borsa.

Le aziende sono ad esempio:

  • Zalando: Questo titolo ha una capitalizzazione di circa 20,3 miliardi di euro, e possiede un rating di acquisto che secondo le stime ha un potenziale target di 117 euro, che rispetto ai prezzi attuali avrebbe un incremento in termini percentuali  del 43%.
  •  H&M: Questo titolo possiede una capitalizzazione di circa 33,4 miliardi di euro, possiede un rating di acquisto che secondo le stime ha un potenziale target di 225 corone svedesi, che rispetto ai valori attuali otterrebbe  un incremento in termini percentuali del 10%
  • Next: Questo titolo possiede una capitalizzazione di circa 11,9 miliardi di euro, possiede un rating di acquisto che secondo le stime ha un potenziale target di 8.100 pence, che rispetto ai valori attuali otterrebbe  un incremento in termini percentuali del 9%
  • Inditex: Questo titolo possiede una capitalizzazione di circa 85,8 miliardi di euro, possiede un rating di acquisto che secondo le stime ha un potenziale target di 29 euro, che rispetto ai valori attuali otterrebbe  un incremento in termini percentuali del 5%
  • ABF: Questo titolo possiede una capitalizzazione di circa 21,8 miliardi di euro, possiede un rating di acquisto che secondo le stime ha un potenziale target di 2.400 pence, che rispetto ai valori attuali otterrebbe  un incremento in termini percentuali dell’1%
  • Asos: Questo titolo possiede una capitalizzazione di circa 5,2 miliardi di euro, possiede un rating di acquisto che secondo le stime ha un potenziale target di 5.250 pence, che rispetto ai valori attuali otterrebbe  un ribasso in termini percentuali del 3%

In conclusione, secondo le quotazioni attuali il mondo del fast fashion è assolutamente in ripresa, da questo settore ci si aspettano numeri positivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *