Bonus 2400 euro: l’INPS spiega come ottenere l’indennizzo

In arrivo un nuovo bonus da 2400 per i lavoratori. Sarà erogato direttamente dall’INPS. Seguite questi passaggi per ottenerlo.

Bonus (AdobeStock)
Bonus (AdobeStock)

Nella giornata di ieri, con la circolare numero 65, l’INPS ha dato alcune spiegazioni sul bonus 2400 euro. Per prima cosa, visti i problemi nella compilazione delle domande, la sua naturale scadenza è stata prorogata. Si è passati dal 30 aprile al 31 maggio. Non sono finite qui però le novità che riguardano la famosa indennità.

Il bonus, che è stato introdotto nel Decreto Sostegni riguarda i lavoratori stagionali, a tempo determinato e i lavoratori  dei settori del turismo e degli stabilimenti termali. L’agevolazione però viene data anche ai lavoratori intermittenti, autonomi occasionali, delle vendite a domicilio e dello spettacolo.

I passaggi da seguire per ottenere il bonus

Le domande potranno essere presentate solo da quei lavoratori che non hanno ancora usufruito del bonus previsto dal decreto Ristori-quarter. Coloro i quali avevano già richiesto precedentemente l’indennizzo per il Covid riceveranno in automatico dall’INPS il pagamento.

Al momento il bonus 2400 euro sarebbe stato erogato già a 235mila lavoratori. Il resto dovrà attendere nei prossimi giorni l’attivazione da parte dell’INPS del modulo per inviare la domanda. Per accedere a questa agevolazione avrete bisogno del PIN INPS, dello SPID di livello 2 o superiore, della Carta di identità elettronica 3.0 e della Carta Nazionale dei servizi.

LEGGI ANCHE >>> Superbonus 110%, cala il sipario? Potrebbe essere rimodulato

Eventualmente è possibile richiedere l’agevolazione anche tramite il servizio di Contact Center al numero verde 803 164 in maniera gratuita da rete fissa. Da cellulare, invece, il numero da chiamare è 06 164164. In quest’ultimo caso però il costo della telefonata varia in base al gestore. La nuova scadenza fissata dall’INPS è il 31 maggio.

C’è grande attesa per questo nuovo contributo. Le attività, infatti, tardano ad aprire a causa delle misure restrittive imposte dal Governo. Per molte persone è sempre più complicato arrivare alla fine del mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *