Bonus psicologo, ipotesi e spiraglio: ma in quali casi potrebbe valere?

Un tentativo ed una ipotesi spiraglio per il Bonus Psicologo: di cosa si tratta, in quali casi potrebbe valere e quali le novità. I dettagli al riguardo

Continua a tener banco il tema legato al bonus psicologo, un argomento che sta a cuore a molti che ne seguono la vicenda: quale potrebbe essere l’ipotetico spiraglio, quali le novità, e in quali casi potrebbe valere: ecco cosa c’è da sapere al riguardo.

Bonus psicologo, ipotesi e spiraglio: ma in quali casi potrebbe valere?
Psicologo (fonte foto: Adobe Stock)

A lungo si è parlato di una misura attesa, il bonus psicologo, legato a disturbi inerenti l’emergenza sanitaria da Covid-19, la pandemia e quanto fatto a proposito del contenimento da parte dell’Italia; quest’ultimo è stato, come noto, eliminato dalla Legge di Bilancio 2022.

I più informati infatti sapranno che la motivazione di tale decisione è relativa alla mancanza di fondi, limitati, che hanno portato al sacrifico del bonus in questione.

Come si legge su Open, è stato il Ministro della Salute Roberto Speranza, nel corso dell’interrogazione parlamentare dello scorso 12 gennaio, a rispondere al deputato dem Filippo Sensi e a chiarire che il finanziamento sarebbe dovuto arrivare dal fondo del Parlamento, ma che “una parte di quei fondi non è stata messa a disposizione“, andando quindi ad eliminare la “possibilità di destinare alcune sostengo per problemi di copertura”.

Una decisione che ha sollevato risposte da più parti da parte di coloro che ritengono importante invece la misura, a maggior ragione considerando i problemi collaterali generati dalla pandemia. Come si legge su Investireoggi.it, tuttavia, sembrerebbe essersi aperto un piccolo spiraglio.

INPS, tanti pagamenti in arrivo a febbraio, attenzione: NASpI, RdC e tutti i Bonus

Bonus Psicologo, c’è uno spiraglio? Quando potrebbe valere e come potrebbe funzionare

Un tema dunque che sta a cuore a molti, quello del Bonus Psicologo, al cui riguardo, come detto e come riportato da Investireoggi.it, potrebbe esserci uno spiraglio dopo l’eliminazione della misura dalla Legge di Bilancio 2022. Il condizionale tuttavia, è d’obbligo.

In particolare,  si legge che il deputato PD Filippo Sensi ha riproposto la misura con un emendamento al decreto milleproroghe.

Investireoggi.it spiega che su Twitter, questi ha spiegato che in virtù del lavoro svolto dal gruppo parlamentare, l’emendamento del PD che fa richiesta del bonus psicologoè risultato ammissibile e quindi inizia il suo percorso in Commissione nel Milleproroghe.”

Inoltre, si legge ancora che la battaglia legata ai fondi sarà molto dura.

Il bonus in questione, che era stato proposto ma non approvato, in sostanza si divideva in due diversi incentivi: il bonus avviamento e il bonus sostegno. Per quel che concerne il primo, si trattava di un contributo di euro 150 da destinare ai maggiorenni a cui non vi era stato diagnosticato un disturbo mentale e che non aveva avuto accesso prima ad altre agevolazioni di questo tipo.

Il secondo invece, il bonus sostegno, cambiava in virtù della situazione Economica, l’ISEE, di colui che ne faceva richiesta, e poteva arrivare fino a 1600 euro annui.

Cassa integrazione 2022: nuove regole, assegni fino a 1199 euro, i dettagli

Rispetto al nuovo emendamento al milleproroghe, e riguardo i relativi obiettivi principali, Investireoggi.it menziona Open.it, a proposito del rafforzamento dei servizi di neuropsichiatria per l’infanzia e adolescenza, potenziando l’assistenza ospedaliera in aria pediatrica e l’assistenza territoriale, l’assenza sociosanitaria alle persone che presentano disturbi mentali e coloro che sono affetti da disturbi della nutrizione ed alimentazione.

Non resta che attendere per scoprire se e quali evoluzioni avrà l’emendamento e in quale direzione si andrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *