Bonus telefono 2021: cos’è e con quali requisiti lo si può ottenere

Una delle più gradite operazioni a sostegno dei redditi più svantaggiati è certamente il bonus telefono. Ecco come funziona.

Bonus (AdobeStock)
Bonus (AdobeStock)

Uno degli interventi in assoluto preferiti, se cosi si può dire dai cittadini italiani. Lo Stato che interviene in quelle che sono problematiche praticamente quotidiane, rappresenta forse il più vicino punto di contatto tra istituzione e cittadinanza. Il bonus in questione istituito nel 2018, quindi attivo già da qualche anno tende a favorire i redditi sotto una determinata soglia in quelle che sono le spese mensili legate al pagamento delle utenze telefoniche. Il gestore che in qualche modo partecipa all’operazione è Tim.

L’iniziativa per il 2021 cosi come per le precedenti occasioni è vista come un incentivo per le famiglie impossibilitate a sostenere le spese telefoniche domestiche. Possiamo immaginare quanto sia preziosa, oggi una utenza telefonica. La possibilità di restare in contatto, anche in situazioni di emergenza con il resto del mondo tutto sommato, e la possibilità inoltre di accedere alla rete, con tutti i vantaggi derivanti, anche ad esempio per uno studente che ne necessita assolutamente per il proprio percorso di studi.

Bonus telefono: tutti i requisiti utili per accedere all’iniziativa del Governo

Per le normative che regolano l’intera iniziativa come anticipato troviamo Tim come unico gestore disponibile per consentire l’accesso al bonus. Il vantaggio concesso dallo Stato riguarda esclusivamente, in questo caso il pacchetto voce. La possibilità cioè di effettuare chiamate. In questo caso è prevista una riduzione dei costi pari al 50%  (9,44 euro al mese) e 30 minuti di chiamate gratuite verso telefoni fissi e cellulari nazionali. Riduzione del 50% anche per una connessione Internet a banda larga, cosi come richiesto da AgCom.

LEGGI ANCHE >>> Bonus facciate, stop nel 2021: lavori non ultimati, cosa succede?

Il requisito principe consiste nel far parte di coloro i quali abbiano dichiarato un reddito non superiore ai 8.112,23 euro l’anno. Parliamo di circa 2 milioni di italiani che avrebbero i requisiti per accedere a tale misura. Altro requisito non secondario a questo punto consiste nell’essere cliente Tim. In questo caso occorrerà scaricare e compilare l’apposito modulo entro il 15 gennaio. Da allegare, inoltre, al modulo in questione anche un documento di identità. Tutto molto semplice, insomma, per una iniziativa davvero interessante considerati i vantaggi offerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *