Bper procede all’acquisto di Carige per 1 euro, arriva il benestare della BCE

Bper segna il passo nell’evoluzione del comparto bancario italiano e si prepara a un’acquisizione straordinaria, fissando per venerdì 3 giugno il closing per il perfezionamento dell’operazione.

Il via libera arriva anche dall’Antitrust previa cessione di circa una ventina di filiali tra Liguria, alta Toscana e Sardegna.

Bper procede all'acquisto di Carige per 1 euro

Banca Popolare dell’Emilia Romagna ha una storia lunga 150 anni nei quali l’istituto è gradualmente cresciuto fino alle ultime acquisizioni avvenute nel 2021. Le sue origini e la sua storia sono segnate da un processo economico che vede l’istituto acquisire importanza e valore con fusioni che portano la piccola banca locale a diventare nel 1992 la Banca di primo piano della regione dell’Emilia Romagna.

Bper banca dovrebbe concludere l’acquisizione di Banca Carige entro fine anno

Entro fine anno dovrebbe concludersi l’acquisizione di Banca Carige da parte di Bper che ha ricevuto dalla Bce l’autorizzazione. L’Ok viene confermato anche di Bankitalia e Antitrust. Nasce così di fatto il quarto polo bancario italiano che può contare su un capitale di oltre 155 miliardi di euro, oltre cinque milioni di clienti e 2.100 filiali.

La compravendita prevede il trasferimento della quota di Carige detenuta dai soci venditori a favore di Bper Banca, al corrispettivo di 1 euro. A questo si aggiunge il versamento in conto capitale, da parte del Fitd di un contributo pari a 530 milioni. L’acquisizione da parte di Bper Banca comporterà l’obbligo di un’OPA totalitaria, che sarà annunciata con un prezzo 80 centesimi sulle azioni Carige non detenute ancora da Bper banca.

Questo consentirà al gruppo Bper di valorizzare e consolidare la sua posizione nel mercato e la sua ulteriore prospettiva di crescita. La sinergia può infatti dare spazio per un aumento dell’utile per azione a doppia cifra già dal prossimo anno; oggi Bper sale scontando la notizia sulle quotazioni con un prezzo a 1,885 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *