Busta paga ottobre: crollo ufficiale per tutti questi lavoratori

La busta paga di ottobre sarà molto più leggera per tantissimi lavoratori italiani. La cosa, però, non riguarderà tutti.

Un portafoglio vuoto

Il mese di ottobre si annuncia già da adesso non del tutto positivo per tantissimi lavoratori italiani. Il rischio concreto è quello di ritrovarsi con una busta paga molto più alleggerita rispetto al solito. L’eccezione di questo mese che potrebbe diventare consuetudine anche nei mesi successivi è determinata da un fattore che prima d’ora non era presente nelle cronache quotidiane, nel racconto, ma anche nel reale vivere dei nostri giorni. Il prezzo dei tempi e di ciò che caratterizzano questi tempi.

Alcune buste paga, quindi subiranno un taglio condizionato da alcune assenze non del tutto considerati accettabili dall’azienda per la quale si lavora. E’ vero che in linea di massima le giornate di permesso sono accordate dai contratti nazionali di lavoro ma è vero anche che da qualche tempo a questa parte c’è il rischio di incappare in soggetti che non sono in possesso del Green pass e che quindi non possono accedere al contesto lavorativo. Assenza ingiustificata, non rispetto delle regole, quindi assenza non retribuita.

Green pass: da ottobre buste paga più leggere per chi non si allinea ai regolamenti aziendali

Dal prossimo  15 ottobre, infatti, sarà obbligatorio possedere il Green pass sul luogo di lavoro. Il mancato possesso della certificazione che attesta l’avvenuta somministrazione delle varie dosi di vaccino o comunque una situazione di negatività al covid attestata dal risultato di un tampone nel corso delle precedenti 48 ore, potrebbe portare sanzioni pecuniarie ed addirittura all’allontanamento dal posto i lavoro. Ovviamente questo si trasformerà in un abbassamento di stipendio dovuto alle assenza non giustificate.

LEGGI ANCHE >>> Green pass obbligatorio: arrivano le sanzioni per lavoratori e imprenditori

Vita non facile anche per gli imprenditori, anche loro soggetti a sanzioni di tipo pecuniario se sprovvisti di Green pass o se in seguito ad un controllo dovesse essere scoperto un dipendente che non rispetta la regolamentazione imposta. Ovviamente alcune eccezioni possono essere fatte per soggetti che per questioni legate alla propria condizione non possono effettuare momentaneamente o meno il vaccino. Si pensi alle donne incinte o a chi è affetto di particolari patologie di natura cardiache ma non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *