Calendario rimborsi 730: ecco quando sono previsti gli accrediti dall’Agenzia delle Entrate

Chi ha fatto la dichiarazione dei redditi 2022 è curioso di conoscere il calendario rimborsi 730 e sapere quando verranno gli accrediti.

Con la dichiarazione dei redditi, i contribuenti hanno la possibilità regolarizzare la loro posizione nei confronti del Fisco, siano esse a debito che a credito. I cittadini che attendono un rimborso sono curiosi di sapere quando avverranno i pagamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate.

 calendario rimborsi 730
Adobe stock

Molti italiani attendono con ansia il momento in cui il fisco effettuerà il rimborso delle somme a credito, secondo quanto è risultato dalla dichiarazione dei redditi. In alcuni casi, infatti, si tratta di cifre rilevanti che permettono ai contribuenti di programmare vacanze e periodi di ferie, sfruttando le somme di denaro che provengono dalla dichiarazione dei redditi.

Come previsto dalla normativa attualmente in vigore, i rimborsi da parte del fisco avvengono a partire dal mese di luglio. Le somme a credito sono inserite in busta paga dei lavoratori dipendenti, sia del settore privato che pubblico.

Tuttavia, non esiste una vera e propria data in cui avvengono tutti i rimborsi a credito. Dopotutto, la data dell’accredito dipende anche dalla data di presentazione della dichiarazione da parte del cittadino.

Calendario rimborsi 730: quando arriva il credito IRPEF?

Il calendario rimborsi 730 non è caratterizzata da date precise in cui avviene l’accredito di tutte le somme, che spettano ai contribuenti. Tuttavia, il credito IRPEF segue delle regole comuni che prevedono la liquidazione in busta paga, nel mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione.

Per completezza d’informazione, è giusto dire che la data, da cui bisogna far partire il tempo di attesa per l’accredito, è quella in cui il datore di lavoro riceve il prospetto di liquidazione.

In ogni caso, chi ha avuto premura di presentare la dichiarazione entro il 31 maggio dovrebbe ricevere il credito IRPEF nella retribuzione di luglio. Ci stiamo riferendo, dunque, alla busta paga di agosto.

Quest’anno sono in pochi i dipendenti che hanno ricevuto il credito IRPEF già nella busta paga di luglio. Dopotutto, per ottenere la liquidazione in tale mese, occorre inviare la dichiarazione prima del 31 maggio. Dal momento che, per il 2022, la possibilità per l’invio del modello 730 è stata data proprio a partire dal 31 maggio, è estremamente difficile che qualche dipendete privato abbia ricevuto l’accredito già della busta paga di luglio.

Il discorso è diverso per i dipendenti statali, per i quali vale un sistema retributivo diverso: essi percepiscono la retribuzione di luglio, a luglio. È dunque chiaro che per questa categoria di lavoratori, se la dichiarazione dei redditi è stata consegnata entro il 31 maggio, c’è la concreta possibilità di poter ricevere l’accredito IRPEF,  già nel mese di luglio.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *