Cos’è la carta di credito revolving? Il trucco per risparmiare, senza canone e con cashback

Le carte di credito revolving sono carte di credito che permettono di spendere più denaro di quanto sarà presente sul conto.

Queste particolari tipologie di carte di credito si differenziano da quelle a saldo. Nel momento in cui si richiede l’attivazione di una carta di credito, sono infatti necessarie garanzie reddituali e creditizie, utili a stabilire il limite di credito.

carta di credito (1)

Ogni carta di credito è sempre associata a un conto corrente. Questo è utilizzato per prelevare quanto speso in modo differito, solitamente il mese successivo la data corrispondente al pagamento.

La differenza sostanziale con la carta di credito revolving è che queste ultime funzionano tramite un fido; un importo che permette di fare spese per cifre che, al momento del pagamento, non si hanno sul proprio conto corrente. Il pagamento effettivo associato al proprio conto avviene così completamente a debito e viene saldato a rate. Non si tratta quindi di un prelievo posticipato ma di un acquisto con rate prestabilite a cui si applica un tasso di interesse.

Un esempio di carte di credito revolving; ecco tutte le funzioni e le differenze

Nel caso di un conto corrente online, tutto si gestisce direttamente da remoto tramite applicazione o home banking. Ogni carta di credito revolving si differenzia in base al credito concesso; sempre previsti dei controlli e richieste garanzie al debitore.

Un esempio di carte di credito revolving è quella di American Express. Tra le carte che permettono pagamenti a rate ma che possono essere utilizzate anche con la modalità saldo ci sono le due versioni dell’istituto finanziario.

Le formule di pagamento si differenziano tra le diverse versioni disponibili. Ad esempio, la carta Blu, prevede canone gratuito e cashback dell’1% sui propri acquisti per il primo anno. A partire dal secondo anno sarà invece previsto un canone di 35 euro al mese. La formula di pagamento di questa carta di credito, si adatta alle proprie esigenze con una  linea di credito fino a 5.000 euro. Oltre questo la carta di credito si può usare oltre che tramite Pos anche con i dispositivi Apple e Apple Pay.

Ha un servizio clienti attivo 24/7 e 365 giorni all’anno e per poterlo attivare sarà necessario associarla a un conto corrente. La carta di credito revolving può essere richiesta dai cittadini maggiorenni che abbiano già in essere un conto corrente bancario o postale appartenente al circuito SEPA. L’ultimo e forse più importante requisito reddituale è quello di avere un reddito annuale lordo di almeno 11.000 euro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *